Skip to content

Apprendimento di una lingua straniera: italiano e arabo a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Mai elsayed
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Linguistica
  Relatore: Sabine Elisabeth Koesters Gensini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

L'insegnamento della lingua italiana in Egitto si è sviluppato molto negli ultimi anni a causa delle relazioni bilaterali tra i due paesi. L'italiano è stato inserito non solo nella scuola secondaria, come una lingua straniera che può essere studiata per due anni a scelta libera dello studente, ma si può trovare anche all'università, ci sono quasi 4 università pubbliche nelle quali si può studiare italiano: università di Ain Shams, del Cairo, di Helwan e del Minia (sud d'Egitto) oltre ad altre università private in cui l'italiano si studia come una lingua straniera.La laurea è in lingua italiana nelle università pubbliche, in cui si può continuare a fare il Master e il PhD in lingua italiana per diventare docenti di lingua italiana. Per frequentare un Master o un dottorato di ricerca ci sono solo due rami di cui lo studente deve sceglierne uno: si può scegliere "linguistica italiana" in cui studia un fenomeno linguistico analizzandolo attraverso romanzi o i giornali, come ad esempio le figure retoriche nei romanzi di Cesare Pavese, o in D'Annunzio oppure studiare l'italiano del Web; o si può scegliere "letteratura italiana", e quindi studiare ad esempio le poesie di Ungaretti nel periodo in cui è vissuto in Egitto.Inoltre ci sono tanti istituti privati che tengono lezioni e corsi per insegnare la lingua italiana, ma si può dire che in questo caso l'italiano si insegna con poco approfondimento perché l'apprendente lo studia per interesse e non per laurearsi in lingua italiana. È stato spiegato e confermato attraverso il questionario rivolto agli studenti che la lingua di più prestigio al Cairo è l'inglese, che viene dopo la lingua materna, e si insegna nelle scuole fin dai primi anni, in parallelo con l'arabo. Tra l'altro c'è la possibilità di trovare tante scuole di lingua inglese (inglese britannico o americano) in cui l'apprendente frequenta tutti i corsi solo in inglese e pure ci sono l'università americana e britannica al Cairo in cui si insegna in lingua inglese dal primo al quattro anno di laurea. Oltre alle scuole inglesi esistono scuole francesi in cui lo studente studia il francese in parallelo con l'arabo dal primo anno di scuola elementare. In Egitto c'è solo una scuola italiana che si chiama "la scuola di Leonardo da Vinci" ed è l'unica che fa corsi dall'infanzia al liceo scientifico. È stato mostrato il programma che si insegna nella facoltà dell'Alsun per vedere come si svolge l'insegnamento dell'italiano. È stato scoperto che i libri usati per insegnare italiano non sono recentissimi, infatti i docenti usano il libro di "Katerinov, K. & Boriosi Katerinov, M.C. (1985). La lingua italiana per stranieri, 4a edizione, Perugia, Guerra." per insegnare la grammatica italiana nel primo e nel secondo anno. I risultati del questionario che è stato rivolto agli studenti ci spiega che: loro hanno cercato di fare un autosviluppo nella lingua attraverso conversazioni con amici italiani, ascoltare le canzoni, guardare i film, cercare un lavoro estivo nel campo del turismo. Dal questionario rivolto ai docenti si può vedere che loro hanno una bella e lunga esperienza di più di 10 anni nell'insegnamento della lingua italiana. Si può vedere il grande numero degli studenti iscritti al corso, che varia tra 200-523 studenti, il che limita l'insegnante nel fare un'attività extra e ad insegnare in modo veramente efficace durante le lezioni, sarebbe auspicabile ad un corso di lingua ci fosse un massimo di 50 studenti, ad esempio come si può far fare attività di lettura a una classe di 200 studenti? Come possono partecipare tutti attivamente alle lezioni? Come l'insegnante può correggere un numero così grande di errori? Oppure i compiti? Si può vedere che l'86% degli studenti iscritti frequentano più del 75% delle lezioni. Gli insegnanti usano l'italiano e l'arabo per spiegare durante le loro lezioni, anche se dovrebbero utilizzare solamente l'italiano. A causa del loro gran numero si vede che gli studenti che intervengono durante le lezioni sono tra 20-50, cioè meno della metà della classe e quindi il resto degli studenti non partecipa attivamente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Oggi imparare una seconda lingua è necessario e utile per tanti motivi, sia per scoprire altre culture, sia per trovare un posto di lavoro, p er l av o rar e n e l t u r i s m o o n el cam p o d el l ’ i m m i g razi o n e. I p ae s i del mondo sono collegati tra loro, intrattengono relazioni e rapporti in campi diversi. Per sviluppare queste relazioni bilaterali si ha bisogno di un mezzo per comunicare, da qui viene la necessità di imparare altre lingue. Conoscere una seconda lingua oltre alla lingua materna è una delle esigenze più sentite in questi tempi in cui il mondo è diventato un villaggio globale. In tutto il mondo proviamo un forte interesse e s en t i am o i l b i s o g n o d i i n s e g n are u n ’ al t ra l i n g u a. A p p re n d e re u n a s eco n d a lingua è stato inserito anche nei programmi delle scuole che adesso insegnano oltre alla lingua madre una seconda lingua. A p p re n d ere u n a s e co n d a l i n g u a h a t a n t i v an t ag g i s i a p er l ’ i n d i v i d u o che per la società stessa. I vantaggi individuali sono lo sviluppo di abilità personali nel comunicare con gli altri e il fatto che aiuta a trovare un posto di lavoro in qualsiasi parte del mondo. I vantaggi per la società sono diversi: dal lato culturale, apprendere una lingua significa scoprire u n ’ al t ra cu l t u r a p e rch é u n a l i n g u a n u o v a ap re a l l ’ i n d i v i d u o n u o v e culture e civiltà che non conosceva prima e quindi la lingua è il mezzo ch e p e rm et t e al l ’ i n d i v i d u o d i co n o s cer l e . Sco p r i re u n al t r o m o n d o è scoprire altre tradizioni, religioni, culture, sistemi politici e economici ed è anche un mezzo per comunicare con il resto del mondo; dal lato

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi contrastiva
problemi degli arabofoni
didattica di una lingua straniera
analisi dell'errore
italiano l2
problemi linguistici degli studenti egiziani

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi