Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il distretto di Prato e la sua Internazionalizzazione

Mi sono occupato del distretto di Prato e della crisi che sta vivendo in questi anni, ci sono osservazioni sulla situazione microeconomica delle imprese e un caso aziendale di un azienda Pratese.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE 1. IL DISTRETTO TESSILE DI PRATO 1.1 Inquadramento territoriale. La Delibera del Consiglio Regionale 21 febbraio 2000, n. 69, individuazione dei distretti industriali e dei sistemi produttivi locali manifatturieri ai sensi dell’art.36 della Legge 317/1991 come modificato dall’art. 6, comma 8, Legge 140/99, definisce il distretto di Prato l’area territoriale comprendente i comuni di: Cantagallo, Carmignano, Montale, Montemurlo, Poggio a Cainao, Prato, Vaiano, Vernio (Provincia di Prato) Agliana, Montale, Quarrata (Provincia di Pistoia). (Fonte: Distretti Italiani) Figura 1: Area territoriale del Distretto di Prato La specializzazione di Prato nelle lavorazioni tessili risale al medioevo (XII secolo), ma il vero boom del distretto inizia nel secondo dopoguerra: tra il 1950 ed il 1981 il numero degli addetti tessili balza da 22.000 a 60.000 e questo avviene in un periodo in cui, in tutta Europa, il settore registra forti decrementi occupazionali. I motivi della crescita del distretto di Prato sono da ricercare in alcuni fattori come: • Presenza di una falda idrica dalla quale le aziende attingono per i processi produttivi; • Sinergie generate dall’elevata concentrazione di imprese dello stesso settore; • Elasticità produttiva delle stesse imprese; • Suddivisione/segmentazione delle attività produttive; • Capacità di introdurre continuamente nuove soluzioni organizzative e innovazioni sia di processo sia di prodotto; • Nascita di nuove figure professionali; • Crescita parallela di robusti settori di supporto come il meccano-tessile. Un tratto forte del sistema industriale di Prato è costituito dalle relazioni con i mercati internazionali. È proprio questo fattore di forza verrà analizzato attentamente nella trattazione , puntando molto sui vantaggi che le imprese di Prato hanno e stanno ottenendo puntando sulla internazionalizzazione strategica e della produzione .

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Vinella Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3015 click dal 06/06/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.