Skip to content

La teoria della 'balance sheet recession' nell'esperienza giapponese

Informazioni tesi

Autore: Lorenzo Neri
Tipo: Laurea liv.I
Anno: 2012-13
Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
Facoltà: Scienze Politiche
Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
Relatore: StefaniaJaconis
Lingua: Italiano
Num. pagine: 108

La lunga crisi, il cosiddetto Lost Decade, ha attanagliato l'economia del Giappone per quasi quindici anni dopo il 1990. Si tratta probabilmente di uno dei fenomeni economici più studiati e sezionati degli ultimi decenni, su cui sono stati scritti decine se non centinaia tra libri e articoli. Forse soltanto la Grande Depressione USA ha riscosso un'attenzione e uno studio maggiori.
Ciò non deve sorprendere, considerando l'eccezionale combinazione di eventi, la persistenza e la complessità che hanno caratterizzato questa recessione.
Volendo sommariamente elencare alcuni di tali eventi è possibile citare lo scoppio della bolla speculativa sui prezzi di azioni e immobili, alcuni periodi di credit cruche la famigerata "trappola della liquidità". Questo carattere di straordinarietà della crisi ha portato spesso e diffusamente a concludere che il problema sia stato sistemico e non solo congiunturale.
L'economia giapponese fino alla fine del 1800 si era basata quasi del tutto su agricoltura e commercio. Poi nei primi decenni del 1900 fu realizzata una primordiale industrializzazione attraverso lo sviluppo del settore pesante e del settore tessile; l'agricoltura rimase comunque la principale attività economica fino al termine della seconda guerra mondiale. Di seguito, nell'arco di soli venti anni circa, questo paese è stato capace di trasformarsi nella seconda potenza economica mondiale.
È stato recuperato il gap di sviluppo con le economie più avanzate e si sono concentrati gli sforzi verso settori dell'industria sempre più all'avanguardia, fino a diventare un leader in molti campi dell'alta tecnologia.
Alla fine degli anni '70 il Giappone era descritto come un "Numero Uno", un sistema economico che poteva insegnare qualcosa persino agli Stati Uniti d'America.
Nel primo capitolo di questo lavoro viene descritto il cammino dell'economia del Sol Levante dal dopoguerra agli anni novanta. Sono evidenziati i fattori che hanno favorito un progresso così accelerato e le numerose particolarità che caratterizzano questo sistema socioeconomico. In seguito si descrive la dinamica degli eventi che nel giro di pochi anni hanno trasformato l'economia nipponica da modello di riferimento a caso internazionale. Infatti, dopo lo scoppio della Heisei Bubble, la situazione economica ha iniziato a peggiorare, e quando successivamente è apparso chiaro che ci si trovava di fronte ad un problema di non facile soluzione il disorientamento è diventato il sentimento dominante. Non c'è da stupirsi quindi che l'argomento Lost Decade abbia stimolato l'interesse e lo studio di numerosi economisti e giornalisti specializzati. Per oltre dieci anni si è dibattuto lungamente su cause e possibili rimedi al malessere nipponico. [...]

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 Introduzione La lunga crisi, il cosiddetto Lost Decade, ha attanagliato l’economia del Giappone per quasi quindici anni dopo il 1990. Si tratta probabilmente di uno dei fenomeni economici piø studiati e sezionati degli ultimi decenni, su cui sono stati scritti decine se non centinaia tra libri e articoli. Forse soltanto la Grande Depressione USA ha riscosso un’attenzione e uno studio maggiori. Ciò non deve sorprendere, considerando l’eccezionale combinazione di eventi, la persistenza e la complessità che hanno caratterizzato questa recessione. Volendo sommariamente elencare alcuni di tali eventi è possibile citare lo scoppio della bolla speculativa sui prezzi di azioni e immobili, alcuni periodi di credit cruch 1 e la famigerata “trappola della liquidità”. 2 Questo carattere di straordinarietà della crisi ha portato spesso e diffusamente a concludere che il problema sia stato sistemico e non solo congiunturale. L’economia giapponese fino alla fine del 1800 si era basata quasi del tutto su agricoltura e commercio. Poi nei primi decenni del 1900 fu realizzata una primordiale industrializzazione attraverso lo sviluppo del settore 1 Stretta del credito, calo significativo dell’offerta di credito 2 Situazione in cui i tassi di interesse si trovano a un livello talmente basso che moneta e titoli di debito divengono perfetti sostituti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia giapponese
toyota
richard c. koo
politica economica
debito pubblico
keiretsu
trappola della liquidità
latecomer
lost decade
heisei bubble
balance sheet recession
stato sviluppista confuciano

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi