Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Elementi agiografici e guerreschi nella "Povest' o Dovmonte"

La tesi descrive la "Povest' o Dovmonte" come uno dei tipici racconti della letteratura anticorussa, inserito nell'ambito della città di Pskov (vero e proprio avamposto geografico della Russia tra l'XI ed il XV secolo).

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Questo lavoro era inizialmente nato con lo scopo di analizzare e portare alla conoscenza di un testo della letteratura russa antica nel periodo del suo apogeo qualitativo tra l'XI ed il XVI secolo ed inserito in una realtà "minore" come quella della città di Pskov; questo testo è la Povest' o Dovmonte, in italiano Racconto su Dovmont. Successivamente ci si è accorti che l'aggettivo "minore" non era adatto, riferito ad una città con una storia gloriosa e cronologicamente anteriore, ad esempio alla attuale capitale russa, Mosca. Quindi piuttosto che rendere il confronto, coi testi della letteratura anticorussa ad esso contemporanei, un mero pretesto per fare una comparazione tra la città di Pskov con, ad esempio, Kiev o Novgorod (e la loro letteratura), si è scelto di comprendere principalmente in che contesto, storico, linguistico e letterario fosse inserito il racconto e successivamente di svolgere un'analisi più approfondita sulle tematiche e particolarità che lo contraddistinguono. Per prima cosa si è cercato di osservare a che stadio fosse giunto lo sviluppo della Rus' (nome antico che indicava il territorio russo, non corrispondente comunque alla Russia contemporanea) partendo dalle sue origini per arrivare sino all'invasione tatara (metà del XIII secolo), fatto che porterà a stravolgimenti radicali nella storia e nella cultura

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alberto Capettini Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 356 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.