Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La stima del capitale economico. Applicazione della nuova logica valutativa

Si tratta di una valutazione comparata della variazione del valore del capitale economico di una realtà aziendale rinominata Acque Italiane rispetta alla sostenibilità di un investimento effettuato in tale settore.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’azienda può formare oggetto di atti di disposizione di diversa natura , il tema affrontato nel presente lavoro assume particolare rilievo nel corso di giudizi volti ad appurare eventuali responsabilità civili o penali che si risolvono in giudizi di valore su imprese che possono essere a vario titolo conferite (art. c.c. 2343), cedute, assorbite, trasformate (art. c.c. 2498)o fuse (nel prezzo pagato dall’acquirente, dall’adeguatezza del concambio, dal valore delle azioni, ecc.,). Il profondo ed intenso cambiamento, che ha caratterizzato il più recente periodo di storia economica, che ha coinvolto non solo i macrosistemi, ma anche le modalità con le quali le aziende sono chiamate ad interpretare la loro funzione produttiva, porta alla percezione di un nuovo disegno del sistema aziendale. Tale sistema pone in evidenza il crescente ruolo dei soggetti, dei rapporti interpersonali per la sopravvivenza ed il successo dell’azienda, il radicale cambiamento nei fattori che avevano determinato il successo dell’impresa fordista che vengono sostituiti da altri più immateriali, e le molteplici modalità organizzative ed operative con le quali tale successo può essere realizzato. Deve essere dunque effettuata una riflessione sul cambiamento degli elementi che concorrono a determinare il valore dei sistemi aziendali e ridisegnare le logiche valutative per meglio definire il valore economico del capitale, attraverso la proposizione di un nuovo modello che esce dagli schemi delle tradizionali logiche valutative, con un approccio metodologico differente rispetto alla teoria e alle prassi normalmente seguite, tale modello viene poi applicato nel capitolo 3 del presente lavoro ad una realtà aziendale “Acque Italiane” s.r.l., dopo aver precedentemente illustrato nel secondo capitolo i diversi metodi per determinare “il valore economico del capitale”, definito nel primo capitolo come “espressione della complementare utilità economica che tutte le condizioni positive e negative di produzione, unitariamente considerate riescono ad esprimere in prospettiva”. Le regole e i procedimenti logici che ci consentivano di definire il valore delle unità produttive operanti nella fase precedente dell’eco nomia sono ancora valide, ma ciò sarebbe corretto se il valore dell’imprese fosse lo stesso del passato, bisogna invece

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Arcangelo Zappi Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 237 click dal 20/06/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.