Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Logica Fuzzy e sua applicazione nella valutazione e tassonomia dei siti web

Per avvicinarci alla logica fuzzy useremo un approccio induttivo, partendo da semplici intervalli numerici. Mancando un testo introduttivo alla Logica Fuzzy in italiano, si è pensato di fornire, nella prima parte, un compendio della teoria Fuzzy tratta dall’ottimo testo inglese dei coniugi Bojadziev [1] rielaborato ed integrato da altri testi e da materiale reperito in rete, per i quali si rimanda alla Bibliografia e Sitografia.
Nella seconda parte, invece, si affronterà il problema di classificare e rappresentare i siti web in uno spazio tassonomico proposto alcuni anni fa, utilizzando un approccio fuzzy, che traduca le percezioni umane riguardo ai siti in coordinate dello spazio di classificazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE PERCHE’ UNA LOGICA FUZZY I LIMITI DELLA LOGICA CLASSICA Sono noti i molti paradossi che affliggono dal tempo dell’antica Grecia la rigida dicotomia della logica classica. Uno fra tutti quello del “mucchio di grano” proposto da Eubulo di Mileto, filosofo greco della seconda metà del IV secolo e contemporaneo di Aristotele, noto nelle due formulazioni equivalenti “dal basso all’alto” e “dall’alto al basso”, qui proponiamo la seconda.  Mettiamo su un prato un bel mucchio di grano ed affermiamo: è un mucchio di grano! Ed è senz’altro vero.  Togliamo dal mucchio di grano un chicco ed affermiamo: è un mucchio di grano! Ed è ancora vero.  Togliamo un altro chicco di grano; abbiamo ancora un bel mucchio di grano, d’accordo.  Continuiamo a togliere ogni volta un chicco finché sul prato non ne rimanga che uno: è ancora un mucchio di grano?... Stavolta pare proprio di no.  E a quale chicco ha smesso di essere “mucchio di grano” per divenire un “non-mucchio di grano”? Siamo passati dal “mucchio di grano” al “non-mucchio di grano” senza aver saputo indicare quale sia stato il chicco di grano che ha trasformato A in non-A, e questo perché, nella logica classica, il passaggio dal vero al falso è brusco, netto, “crisp”.  Esistono anche molte altre situazioni che la logica classica non riesce a gestire adeguatamente, per esempio tutte quelle situazioni vere solo in parte, “parzialmente vere” o “parzialmente false” e non assolutamente vere o assolutamente false.  Ecco un esempio di situazioni né completamente vere né completamente false:  O ancora. Sapendo, per esempio, che “la maggior parte degli uomini giovani è in ottima salute” e che “Ramiro è un uomo giovane” né la logica dei predicati classica, né la teoria delle probabilità possono autorizzarmi a dedurre qualcosa sulla salute di Ramiro, mentre il nostro comune buon senso facilmente ci fa dedurre che anche Ramiro, essendo giovane, godrà di un’ottima salute e questo anche la Logica Fuzzy può farlo. Il bicchiere è pieno? Oppure il bicchiere è non-pieno, cioè vuoto? Il prato è al sole? Oppure il prato è non-al-sole, cioè in ombra?

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Isabella Pinto Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 464 click dal 24/06/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.