Skip to content

Il ruolo delle Pro Loco nella Promozione Turistica del Patrimonio Culturale Immateriale. Un Focus nel Veneziano.

Informazioni tesi

  Autore: Debora Vangelista
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia del Turismo
  Relatore: Federica Letizia  Cavallo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 137

Il presente lavoro è frutto di una ricerca sulle ricchezze di patrimonio culturale immateriale di cui l'Italia dispone e sul ruolo che le Pro Loco svolgono nella sua tutela, gestione e promozione turistica. La ricerca svolta intende approfondire tali tematiche secondo le loro molteplici sfaccettature.
L'obiettivo che si intende perseguire con questo elaborato, a sfondo turistico e culturale, è quello di sottolineare l'importanza della presenza di elementi culturali immateriali nel territorio italiano, oltre ad analizzare tecnicamente e criticamente il ruolo svolto dalle associazioni di volontariato (le Pro Loco) nella tutela e nella promozione di queste peculiarità.
L'approccio all'argomento è dovuto ad un interesse personale dell'autrice nei confronti di realtà a sfondo volontario, di piccole dimensioni, che però apportano benefici di tipo culturale, turistico ed economico ai territori nei quali operano.
Non vi è in questa sede la pretesa di individuare un modello di sviluppo e tutela culturale che debba funzionare come dogma nelle realtà territoriali italiane. Quello che ci si propone è l'individuazione di punti deboli, criticità e difficoltà organizzative delle associazioni Pro Loco che incontrano spesso problemi nella convivenza con le istituzioni politiche anche locali. Si intende inoltre individuarne lo sviluppo storico e le possibilità di crescita future di modo da indirizzarne l'operato in un'ottica di collaborazione turistica mirata al decongestionamento dei flussi dalle grandi città.
Quelle in cui operano le Pro Loco sono realtà marginali, poco conosciute e per le quali si ha una considerazione relativa, ma che rimangono punti di riferimento importanti per le tradizioni, gli usi, i costumi e le peculiarità intangibili delle popolazioni. L'interesse nei confronti di queste realtà è sorto appunto per questa loro importanza non riconosciuta e per la particolarità del fenomeno che si scoprirà essere di origine e tradizione unicamente italiana, anche se recentemente avvicinata dalla curiosità di paesi stranieri in via di sviluppo.
Il lavoro è stato reso possibile grazie alla collaborazione e all'interesse manifestato da soci volontari di Pro Loco, da responsabili nazionali, regionali e provinciali di UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco Italiane) che hanno creduto nell'attività di ricerca proposta, fornendo materiale cartaceo, supporti audiovisivi e numerose testimonianze ed interviste dal prezioso valore culturale intangibile.
Il presente lavoro si propone, dunque, di dipanare un argomento poco discusso e marginalmente considerato, affrontandolo secondo due approcci differenti: il primo con attenzione al contesto internazionale e nazionale ed il secondo, più dettagliato, concentrato sulle realtà venete, veneziane e sul caso studio della cittadina di Mirano, in provincia di Venezia.
L'approccio iniziale dell'elaborato sarà di tipo legislativo e storico, con particolare attenzione al patrimonio culturale immateriale a livello internazionale, nazionale e locale; si affronterà in maniera approfondita l'importanza del ruolo dell'UNESCO nella salvaguardia del Intangible Heritage e gli strumenti utilizzati per la sua tutela. L'interesse si sposterà sul contesto nazionale italiano e sulla ricchezza immateriale della sua cultura. A tale proposito ci si concentrerà, successivamente, sulla figura molto particolare di associazioni di volontariato a stampo turistico e culturale: le Pro Loco. Si vorrà capire in maniera precisa il loro modo di operare e di organizzare il territorio, grazie soprattutto ai numerosi rapporti in essere con enti ed istituzioni territoriali.
Si approfondirà lo studio e la conoscenza dell'associazione nazionale UNPLI che coordina e gestisce l'operato delle Pro Loco disseminate capillarmente nel territorio; da qui si partirà con uno studio approfondito dei progetti attuati dal comitato nazionale a favore del recupero, della tutela e della valorizzazione di elementi di patrimonio culturale immateriale.
In un secondo momento l'attenzione si sposterà su studi svolti nel territorio veneto, con riferimento ai casi di salvaguardia immateriale individuati dai progetti UNPLI, si scopriranno realtà minori della regione degne di nota culturale nonché turistica.
Nell'ottica di uno sviluppo futuro l'analisi si concentrerà anche sul rapporto di queste realtà con il web 2.0 e le possibilità di crescita che ne potrebbero derivare.
Infine si intenderà avvicinare l'attenzione ed effettuare uno studio approfondito sulla realtà di Mirano.
Vista la particolare ricchezza cultuale materiale ed immateriale del territorio miranese e del circondario si cercheranno delle possibilità di sviluppo turistico ed economico da ritrovarsi anche nella possibile collaborazione tra Pro Loco limitrofe.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente lavoro è frutto di una ricerca sulle ricchezze di patrimonio culturale immateriale di cui l'Italia dispone e sul ruolo che le Pro Loco svolgono nella sua tutela, gestione e promozione turistica. La ricerca svolta intende approfondire tali tematiche secondo le loro molteplici sfaccettature. L'obiettivo che si intende perseguire con questo elaborato, a sfondo turistico e culturale, è quello di sottolineare l'importanza della presenza di elementi culturali immateriali nel territorio italiano, oltre ad analizzare tecnicamente e criticamente il ruolo svolto dalle associazioni di volontariato (le Pro Loco) nella tutela e nella promozione di queste peculiarità. L'approccio all'argomento è dovuto ad un interesse personale dell'autrice nei confronti di realtà a sfondo volontario, di piccole dimensioni, che però apportano benefici di tipo culturale, turistico ed economico ai territori nei quali operano. Lo studio del settore turistico, la passione per la scoperta e per il viaggio, la curiosità verso realtà culturali minori e soprattutto l'attenzione nei confronti degli elementi culturali immateriali, sono tutte motivazioni che hanno spinto l'interesse verso questa tesi di laurea. Non vi è in questa sede la pretesa di individuare un modello di sviluppo e tutela culturale che debba funzionare come dogma nelle realtà territoriali italiane. Quello che ci si propone è l'individuazione di punti deboli, criticità e difficoltà organizzative delle associazioni Pro Loco che incontrano spesso problemi nella convivenza con le istituzioni politiche anche locali. Si intende inoltre individuarne lo sviluppo storico e le possibilità di crescita future di modo da indirizzarne l'operato in un'ottica di collaborazione turistica mirata al decongestionamento dei flussi dalle grandi città. Quelle in cui operano le Pro Loco sono realtà marginali, poco conosciute e per le quali si ha una considerazione relativa, ma che rimangono punti di riferimento importanti per le tradizioni, gli usi, i costumi e le peculiarità intangibili delle popolazioni. L'interesse nei confronti di queste realtà è sorto appunto per questa loro importanza non riconosciuta e per la particolarità del fenomeno che si scoprirà essere di origine e tradizione unicamente italiana, anche se recentemente avvicinata dalla curiosità di paesi stranieri in via di sviluppo. Il lavoro è stato reso possibile grazie alla collaborazione e all'interesse manifestato da soci volontari di Pro Loco, da responsabili nazionali, regionali e provinciali di UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco Italiane) che hanno creduto nell'attività di ricerca proposta, fornendo materiale cartaceo, supporti audiovisivi e numerose testimonianze ed interviste dal prezioso valore culturale intangibile. L'idea sarà quella di intrecciare tutto il materiale di tipo intangibile raccolto, con alcuni, seppur limitati, supporti cartacei: testi principalmente in lingua inglese su Intangible Heritage, nonché

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pro loco
patrimonio culturale immateriale
intangible heritage
promozione turistica del territorio
turismo immateriale venezia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi