Skip to content

Le stagioni delle riforme amministrative: dal New Public Management all'Open Government

Informazioni tesi

  Autore: Mariangela Scialabba
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche e Relazioni Internazionali
  Relatore: Giovanna Pizzanelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

Sul finire degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso i sistemi amministrativi dei Paesi occidentali sono stati interessati da processi di modernizzazione volti ad adottare logiche manageriali e aziendali allo scopo di migliorare la propria efficienza ed economicità. Il fenomeno è stato definito New Public Management.
In Italia tale processo si è realizzato più lentamente, anche a causa del ritardo con cui siamo giunti all’approvazione di una legge generale sulla procedura amministrativa. Progressivamente, il percorso di riforma ha condotto ad un superamento del modello tradizionale, gerarchico ed autoreferenziale nella sua struttura e rigido nei processi decisionali, informativi e comunicativi, a favore di un’organizzazione capace di operare in chiave aziendalistica.
La trasparenza, in questo contesto, costituisce il principio informatore dell’azione amministrativa cui devono ispirarsi i rapporti tra amministrazioni pubbliche e utenti, espressione della democrazia politica e strumento di comprensione dei processi decisionali e dell’attività di erogazione di servizi al pubblico; di conseguenza, il diritto di accesso agli atti amministrativi e la pubblicità, in primis, diventano strumenti garanti di tale principio per favorire la partecipazione dei cittadini e per prevenire la corruzione.
Più recentemente, la trasparenza amministrativa ha assunto caratteri più accentuati attraverso il fenomeno dell’Open Data, attuativo del pensiero dell’Open Government, ossia la partecipazione attiva e condivisa dei cittadini alle scelte amministrative, presupposto di un’amministrazione aperta che renda fruibili alla collettività le informazioni di cui è in possesso.
Ulteriore principio fondante dell’aziendalizzazione delle amministrazioni pubbliche è quello dell’economicità, ossia l’ottimizzazione del rapporto economico fra risultato ottenuto e mezzi utilizzati per il suo conseguimento, e della semplificazione amministrativa, in modo da contribuire al miglioramento dell’efficienza dei risultati.
Il lavoro proposto si apre con la descrizione sistematica dell'avvio del periodo di riforme avvenuto nei primi anni Novanta, momento in cui si procede alla progressiva aziendalizzazione del settore pubblico, che ha comportato una riforma dei rapporti tra p.a. e cittadini e della disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della p.a., per passare successivamente alla descrizione del fenomeno del New Public Management con particolare riferimento alla sua applicazione in Italia.
Successivamente si analizzano le riforme introdotte a partire dal Duemila, con particolare riguardo alle implicazioni dell’importanza conferita al principio di trasparenza e alla progressiva digitalizzazione e dematerializzazione dei processi amministrativi, affrontando nello specifico il tema dell’“accessibilità totale” quale strumento di partecipazione e quindi di coinvolgimento democratico del cittadino ai processi di gestione dei servizi pubblici. Inoltre viene fornito un quadro delle nuove modalità di inquadramento del personale pubblico, sottoposto ad un regime di controllo più efficace e ad una misurazione della performance legata a criteri di premialità.
Infine, viene offerta una panoramica di quelle che sono considerate le più aggiornate modalità di gestione amministrativa con un approfondimento sul significato di Public e Open Government, ossia una spiegazione sull’utilizzo dei dati aperti che la P.A. mette a disposizione dei cittadini in forma telematica tanto da strutturare il cd. e-Government. Il quadro si completa con l’analisi degli interventi promossi in materia dall’ordinamento europeo nell’obiettivo di misurare la capacità di implementazione all’interno del nostro ordinamento.
Lo sguardo d’insieme su tutte le norme e gli strumenti descritti fornirà una completa visione panoramica delle principali tappe in cui si è scandito il processo di riforma della pubblica amministrazione italiana negli ultimi trenta anni e potrà fungere da supporto per una lettura delle prossime (annunciate) riforme.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Sul finire degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso i sistemi amministrativi dei Paesi occidentali sono stati interessati da processi di modernizzazione volti ad adottare logiche manageriali e aziendali allo scopo di migliorarne l’efficienza e l’economicità. Il fenomeno è stato definito New Public Management 1 . In Italia tale processo si è realizzato più lentamente, anche a causa del ritardo con cui siamo giunti all’approvazione di una legge generale sulla procedura amministrativa. Tuttavia, occorre ricordare che nella metà degli anni Ottanta la c.d. Commissione Nigro era stata istituita in Parlamento nell’obiettivo di elaborare un disegno di legge generale che disciplinasse l’attività amministrativa. Tra le diverse misure contenute nel disegno di legge elaborato dalla Commissione Nigro si ricorda la regolazione in materia di accesso ai documenti amministrativi che prevedeva il riconoscimento di quest'ultimo a “chiunque”, senza che il richiedente dovesse dimostrare di avere un particolare interesse alla conoscenza di certe informazioni; dal canto suo, l’amministrazione avrebbe dovuto controllare che non vi fossero contenute informazioni la cui diffusione avrebbe potuto ledere specifici interessi ed in tali casi limitare l’accesso. Il lavoro della Commissione, seppur solo in parte e con contenuti talvolta diversi, si è riversato successivamente nella legge 7 agosto 1990, n. 241, contenente “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”, attraverso cui sono stati dettati i criteri fondamentali per regolare il rapporto tra pubbliche amministrazioni e cittadini. Progressivamente, il percorso di riforma ha condotto ad un superamento del modello amministrativo tradizionale, gerarchico ed autoreferenziale nella sua 1 Sul tema, tra gli altri, C. Hood, A public management for all seasons, in Public Administration, vol. 69, 1991, p. 3 e ss.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pubblica amministrazione
diritto di accesso
new public management
public governance
open data
accessibilità totale
open government
aziendalizzazione p.a.
principio della trasparenza e dell'efficienza
performance amministrazione pubblica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi