Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La redazione del Bilancio Sociale d'Impresa: Il caso Teleperformance Italia

L'obiettivo di questo lavoro di tesi, frutto della collaborazione tra il DMMM (Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management) del Politecnico di Bari e l'Azienda Teleperformance Italia, è stato realizzare, per la prima volta, il Bilancio Sociale della filiale italiana del Gruppo Teleperformance, leader mondiale nel campo dei contact center in outsourcing. Si tratta di un Gruppo all' avanguardia nel settore delle vendite a distanza e della gestione delle relazioni con i Clienti, tra cui si annoverano molte tra le più grandi multinazionali a livello mondiale.Al fine di raggiungere l'obiettivo della tesi si è resa necessaria una ricerca estesa fra l'altro allo studio della norma ISO 26000, alla scelta del Modello di riferimento e all'analisi di Bilanci sociali pubblicamente disponibili, redatti da altre grandi aziende ritenute paragonabili con Teleperformance per dimensione o settore o attenzione al tema della RSI.

Mostra/Nascondi contenuto.
La redazione del Bilancio Sociale d’Impresa: il caso Teleperformance Italia Introduzione Pagina 6 Introduzione Dal punto di vista del diritto, l’Impresa è “un’attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni e servizi”. Essa è perciò caratterizzata da uno scopo preciso, che sia esso la produzione o il semplice scambio di beni e servizi, e dalle modalità per raggiungerlo (organizzazione, economicità, professionalità), attraverso l’impiego di fattori produttivi quali capitale, forza lavoro, materie prime, mezzi di produzione, etc. Ovviamente non può esistere un’impresa che, nel lungo periodo, non consegue un utile: se essa non è più in grado di sopportare la spese finisce inevitabilmente col fallire. Questa definizione dell’Impresa non considera uno degli aspetti fondamentali dell’attività produttiva, vale a dire il costante aumento dell’influenza che il sistema delle Organizzazioni sta esercitando sul contesto socio – economico in cui esse vanno ad operare, in termini di impatti non solo economici ma anche sociali e ambientali. Nella realtà attuale, caratterizzata da una profonda crisi del modello economico della società Occidentale, sta assumendo sempre maggiore importanza il concetto di Responsabilità Sociale d’Impresa: piccole, medie e grandi imprese hanno la necessità di gestire efficacemente le problematiche di impatto sociale ed etico al loro interno e nelle zone di attività. Si tratta di un concetto innovativo e molto discusso: porre al centro della propria strategia aziendale una vision influenzata dalla responsabilità sociale significa favorire lo sviluppo sostenibile, garantire i diritti dei lavoratori e la salvaguardia dell’ambiente, promuovere la crescita sociale ed economica del territorio. Questo tipo di politica, si è verificato, ha garantito anche riduzione di costi e sprechi, condizioni necessarie in tempi di crisi e quindi di riduzione di domanda di lavoro, consentendo di approfittare meglio delle minori opportunità offerte dal mercato, in termini di ritorno d’immagine. Dato l’accresciuto impatto dell’impresa sulla nostra società, sempre più attori economici influenzati dalle attività aziendali ed interlocutori delle imprese stesse hanno cominciato a vantare il diritto ad una maggiore informazione e consultazione circa i processi decisionali aziendali. Il coinvolgimento dei cosiddetti stakeholders, su tematiche di natura sociale,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea Sorge Contatta »

Composta da 252 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 333 click dal 11/07/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.