Skip to content

Trial di prevenzione primaria sul tumore al seno con dieta mediterranea e metformina

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Cortellini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze e Tecnologie
  Corso: Biologia applicata alle Scienze della Nutrizione
  Relatore: Giuliano  Meyer
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 103

Il progetto TEVERE è un trial randomizzato in doppio cieco di prevenzione primaria al tumore della mammella. Questo studio, implementato presso il Campus Cascina Rosa dell'Istituto dei Tumori di Milano, mira a ridurre i fattori di rischio per il cancro al seno attraverso l'intervento alimentare e l'utilizzo di un farmaco insulino-sensibilizzante, la Metformina.
Lo studio ha preso il via ufficialmente nell'ottobre del 2009 e coinvolge 276 donne in età post-menopausale. Tutte le partecipanti presentano tratti di Sindrome Metabolica. Nello specifico esse mostrano un'ampia circonferenza vita (≥ 85 cm) e possibilmente un altro parametro di Sindrome Metabolica (Glicemia > 100 mg/100 mL, Colesterolo HDL < 50 mg/100 mL, Trigliceridi > 150 mg/100 mL o in trattamento per dislipidemia, Pressione arteriosa > 85/135 mmHg o in trattamento anti-ipertensivo). E' noto come la menopausa causi uno squilibrio del pattern degli ormoni sessuali, con uno sbilanciamento a favore degli androgeni maschili. Le donne tendono quindi ad accumulare più tessuto adiposo a livello della vita, assumendo una forma corporea detta androide. Ciò predispone verso l'insorgenza della Sindrome Metabolica, patologia spesso associata ad insulino-resistenza e squilibri metabolici. Questo quadro dismetabolico è un forte fattore di rischio per il tumore alla mammella, la neoplasia più diagnosticata nel sesso femminile in Italia.
Si cerca allora di ridurre i tratti di Sindrome Metabolica tramite Metformina e intervento alimentare. La Metformina è un farmaco ipoglicemizzante e insulino-sensibilizzante. La recente letteratura scientifica riporta anche promettenti risultati circa la sua azione preventiva verso il cancro. L'intervento nutrizionale è orientato verso una dieta mediterranea accompagnata da una leggera restrizione calorica. Tutte le partecipanti si sottopongono a una visita antropometrica e a un prelievo ematico al baseline e a cadenza annuale, con un follow-up massimo di 5 anni.
Il disegno dello studio prevede che le donne reclutate vengano randomizzate in due gruppi per dieta: "Rosso" di intervento e "Verde" di controllo. Le prime sono invitate a conferenze e corsi di cucina a cadenza mensile, mentre le seconde ricevono soltanto indicazioni generali (le dieci raccomandazioni WCRF/AIRC 2007). Dopo la visita al baseline le partecipanti sono ulteriormente suddivise in due gruppi: uno assume – una volta entrato a regime - due compresse di Metformina da 850 mg al giorno, l'altro il placebo. Causa limitazioni intrinseche al protocollo dello studio non abbiamo potuto valutare il reale impatto del farmaco, limitandoci così a studiare l'efficacia del cambiamento nello stile di vita. Il cieco sulla variabile Metformina/placebo può essere rotto solo al termine dei 5 anni oppure per urgenti necessità mediche.
L'analisi statistica di correlazione ha evidenziato come al baseline le donne in Sindrome Metabolica presentassero anche indici di disfunzionalità epatica (AST, ALT, γGT), coerentemente con quanto riportato dalle recenti pubblicazioni scientifiche. Il confronto prima/dopo sulle medie delle variabili antropometriche e metaboliche ha mostrato come l'intervento nutrizionale sia in grado di ridurre in maniera statisticamente significativa (p-value<0,05) il peso corporeo, la circonferenza vita, la glicemia, il colesterolo totale e il colesterolo LDL. Confrontando le variazioni fra i due gruppi, non si sono però notate differenze significative, sebbene il gruppo di intervento presentasse miglioramenti più marcati. In un anno la Sindrome Metabolica è regredita nel 7,78% dei soggetti della popolazione totale, mentre nel gruppo di intervento la regressione si assesta sul 10%.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. RIASSUNTO Il progetto TEVERE è un trial randomizzato in doppio cieco di prevenzione primaria al tumore della mammella. Questo studio, implementato presso il Campus Cascina Rosa dell’Istituto dei Tumori di Milano, mira a ridurre i fattori di rischio per il cancro al seno attraverso l’intervento alimentare e l’utilizzo di un farmaco insulino-sensibilizzante, la Metformina. Lo studio ha preso il via ufficialmente nell’ottobre del 2009 e coinvolge 276 donne in età post-menopausale. Tutte le partecipanti presentano tratti di Sindrome Metabolica. Nello specifico esse mostrano un’ampia circonferenza vita (≥ 85 cm) e possibilmente un altro parametro di Sindrome Metabolica (Glicemia > 100 mg/100 mL, Colesterolo HDL < 50 mg/100 mL, Trigliceridi > 150 mg/100 mL o in trattamento per dislipidemia, Pressione arteriosa > 85/135 mmHg o in trattamento anti-ipertensivo). E’ noto come la menopausa causi uno squilibrio del pattern degli ormoni sessuali, con uno sbilanciamento a favore degli androgeni maschili. Le donne tendono quindi ad accumulare più tessuto adiposo a livello della vita, assumendo una forma corporea detta androide. Ciò predispone verso l’insorgenza della Sindrome Metabolica, patologia spesso associata ad insulino-resistenza e squilibri metabolici. Questo quadro dismetabolico è un forte fattore di rischio per il tumore alla mammella, la neoplasia più diagnosticata nel sesso femminile in Italia. Si cerca allora di ridurre i tratti di Sindrome Metabolica tramite Metformina e intervento alimentare. La Metformina è un farmaco ipoglicemizzante e insulino-sensibilizzante. La recente letteratura scientifica riporta anche promettenti risultati circa la sua azione preventiva verso il cancro. L’intervento nutrizionale è orientato verso una dieta mediterranea accompagnata da una leggera restrizione calorica. Tutte le partecipanti si sottopongono a una visita antropometrica e a un prelievo ematico al baseline e a cadenza annuale, con un follow- up massimo di 5 anni. Il disegno dello studio prevede che le donne reclutate vengano randomizzate in due gruppi per dieta: “Rosso” di intervento e “Verde” di controllo. Le prime sono invitate a conferenze e corsi di cucina a cadenza mensile, mentre le seconde ricevono soltanto indicazioni generali (le dieci raccomandazioni WCRF/AIRC 2007). Dopo la visita al baseline le partecipanti sono ulteriormente suddivise in due gruppi: uno assume – una volta entrato a regime - due compresse di Metformina da 850 mg al giorno, l’altro il placebo. Causa limitazioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dieta mediterranea
tumore
diabete
obesità
sindrome metabolica
seno
impedenziometria
metformina
progetto tevere
istituto nazionale dei tumori milano

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi