Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo della famiglia durante l'adolescenza tra le vecchie e le nuove dipendenze

In letteratura abbiamo numerose conferme riguardo il legame tra famiglia e tossicodipendenza e come essa svolga un ruolo predominante nell'influenzare i figli adolescenti agendo sia da fattore protettivo che da fattore di rischio rispetto ai comportamenti devianti come l'uso di sostanze.
Negli ultimi anni i concetti di abuso e di dipendenza sono stati rivisti: mentre all'inizio si riferivano esclusivamente al consumo di sostanze come l'alcol e l'eroina, l'attuale spettro delle dipendenze include un gruppo multiforme di disturbi in cui l'oggetto della dipendenza non è una sostanza, bensì un'attività lecita e socialmente accettata.
mentre nella Dependence entra in gioco una dipendenza fisico-chimica dell'organismo, nel caso dell'Addiction si tratta di un coinvolgimento crescente e persistente del soggetto, tale che l'oggetto della dipendenza domina i suoi pensieri e il suo comportamento nel senso che assume un valore preponderante nella sua vita, nonostante le conseguenze negative che produce.

Obiettivo: identificare, attraverso l'analisi della letteratura scientifica, i fattori familiari in grado di prevenire o influenzare i comportamenti di dipendenza nei figli adolescenti e di analizzarne i meccanismi d'azione;
Ipotesi: l'ipotesi è che i meccanismi alla base di questi comportamenti siano simili tra loro, quindi mi aspetto, nei diversi comportamenti a rischio, di trovare somiglianze nelle dinamiche familiari.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente lavoro di tesi prende spunto da un' esperienza all' interno di un Ser.T, durante una ricerca sulla famiglia. In breve, dall' analisi delle risposte dei soggetti tossicodipendenti è emerso un rapporto simbiotico con la madre, figura spesso soffocante e iperprotettiva, e un rapporto distaccato e quasi assente con il padre. In letteratura abbiamo numerose conferme riguardo il legame tra famiglia e tossicodipendenza (Cancrini, 1980, 1985; Cancrini, Mazzoni, cit. in Malagoli Togliatti, Telfner, 1991; Cirillo, Berrini, Cambiaso, Mazza, 1996; Gambini, 2005) e come essa svolga un ruolo predominante nell'influenzare i figli adolescenti agendo sia da fattore protettivo che da fattore di rischio rispetto ai comportamenti devianti come l'uso di sostanze (Gerbino, Pastorelli, Vecchio, Paciello, & Tramontano, 2005; Smorti, Benvenuti, Pazzagli, 2010; Zimić, & Jukić, 2012). All’interno di quest’area di ricerca numerosi studi si sono occupati di come i comportamenti specifici dei genitori agiscono sia individualmente che globalmente sul comportamento del bambino e dell’adolescente. La fase adolescenziale è studiata con particolare attenzione dalla psicologia dello sviluppo in quanto comporta profondi cambiamenti comportamentali, psichici e sociali nel soggetto (Youniss, Smollar, 1985): da un lato emerge un crescente bisogno di autonomia, dall’altro viene richiesto ai genitori un cambiamento delle credenze e delle strategie comportamentali precedentemente adottate, il che comporta una trasformazione delle relazioni tra genitori e figli attraverso una rinegoziazione dei ruoli e delle funzioni all’interno del nucleo familiare (Malagoli Togliatti, Ardone, 1993). 4

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Roberto Di Marco Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4638 click dal 18/07/2014.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.