Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La disciplina del bilancio d'esercizio nelle società di calcio: il caso ChievoVerona S.r.l.

Le società di calcio appartengono ad un settore che ha avuto, nel corso degli ultimi decenni, uno sviluppo importantissimo sotto molteplici aspetti: in tal senso, tale lavoro (dal titolo riduttivo) vuole indagare i caratteri di specialità di questo mondo e le relative prese di posizione ad opera dell'UEFA (prima) e della FIGC (poi) nel tentativo di garantire un sistema di controlli e di normativa di bilancio (in questo senso si guarda solamente al caso italiano) in linea con le esigenze di quanto si analizza all'interno del lavoro, spaziando dai tratti più caratteristici delle voci tipiche di bilancio, fino ai controlli nazionali ed internazionali, presentando in maniera approfondita il progetto UEFA denominato Financial Fair Play. Gli allegati, se presenti, sono extra-tesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 CAPITOLO I LE SOCIETA’ DI CALCIO PROFESSIONISTICHE: FENOMENO UNICO E “SPECIALE” 1.1 Il Football Club tra specialità giuridica e particolarità economiche Il Calcio è stato da sempre un fenomeno sociale capace di coinvolgere moltissimi soggetti: giocatori, tifosi e società sono sicuramente i principali attori di quello che può essere considerato a tutti gli effetti lo sport più bello del mondo. Tra i citati protagonisti, le società di calcio rivestono un ruolo che da tempo ha suscitato un notevole interesse. Prendendo in considerazione i tratti peculiari che caratterizzano il loro settore di appartenenza, si trova innanzitutto l’impossibilità di programmare il risultato sportivo: ciò significa che l’andamento “sul campo” si riflette in modo successivo sulla gestione della società stessa e, nei casi specifici, su quelle da essa controllate. Da un punto di vista economico, questa improgrammabilità si concretizza nell’impossibilità di prevedere, all’interno del Budget, il fatturato dei ricavi da botteghino 1 . Un altro elemento molto interessante che consente di capire meglio l’importanza e l’atipicità di questo settore, è il c.d. “paradosso competitivo” 2 : nei diversi studi microeconomici si prende spesso in considerazione la forma di mercato del monopolio, in cui un unico produttore/erogatore (il c.d. monopolista) ha in mano l’intero mercato di 1 ‹‹L’improgrammabilità del risultato sportivo si traduce nel fatto che il budget delle società di calcio, ad ogni livello, è fortemente basato sulla logica del “balon dentro o balon fora” [...]››. R. LOMBARDI, S. RIZZELLO, F.G. SCOCA, M. SPASIANO, Ordinamento sportivo e calcio professionistico: tra diritto ed economia, Giuffré, Milano, 2009. 2 A tal riguardo, si veda R. LOMBARDI, S. RIZZELLO, F. G. SCOCA, M. SPASIANO, Ordinamento sportivo e calcio professionistico: tra diritto ed economia, Giuffré, Milano, 2009.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Jacopo Baltieri Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1737 click dal 17/09/2014.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.