Skip to content

Analisi comparativa fra l'economia italiana e polacca

Informazioni tesi

Autore: Gaetana Faggiano
Tipo: Tesi di Laurea
Anno: 2013-14
Università: Università degli Studi di Bari
Facoltà: Economia
Corso: Economia e Commercio
Relatore: GiovanniGirone
Lingua: Italiano
Num. pagine: 217

Vincitrice di una borsa di studio LLP/Erasmus, l'autrice ha vissuto per otto mesi in Polonia dove la passione per la statistica e l'economia l'hanno portata ad incentrare la sua tesi di laurea su un'analisi comparativa fra l'economia di questo Paese e quella del suo Paese natale, l'Italia.
Punto di partenza di quest'analisi sono le sue conoscenze acquisite nel corso degli studi universitari sulle principali variabili macroeconomiche che caratterizzano un sistema economico nel suo complesso, nonché sulle metodologie statistiche idonee a misurare e comparare tali variabili nello spazio.
Dopo un passaggio nella storia, nella geografia e nel tessuto economico dei due Paesi si affronta il meticoloso lavoro di descrizione sia delle metodologie contabili adottate da ciascun paese per redigere la propria contabilità, sia di quelle statistiche in grado di permettere un'efficiente comparazione spaziale e temporale . È in questa fase del lavoro che si delineano le variabili macroeconomiche in grado di evidenziare i tratti caratteristici di una economia.
PIL, occupazione, disoccupazione, debito pubblico, risparmio e inflazione sono quindi le parole chiave. Partendo infatti, da una definizione della loro natura e delle relative modalità di misurazione, si procede appunto alla misurazione dei livelli che ciascuna di queste variabili ha registrato in Italia e Polonia in un determinato arco temporale che normalmente si identifica negli anni compresi fra il 1997 e il 2013. L'intervallo temporale prescelto potrà poi fermarsi al 2012, come nel caso dell'occupazione, o partire dal 2000, come avvenuto invece per l'inflazione, a seconda della disponibilità dei relativi dati. Nella maggior parte dei casi lo start è fissato al 1997 in quanto tale data rappresenta per la Polonia una data di svolta sia sotto il profilo politico, a quell'anno risale l'approvazione della Costituzione su cui si fonda la Repubblica, sia sotto il profilo economico, allo stesso anno risale la riforma del mercato. Quest'ultima, ponendo definitivamente fine all'economia pianificata, ha aperto le porte della liberalizzazione a tutti i settori economici permettendo alla Polonia di proporsi al resto dell'Europa come partner economicamente credibile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Tesi di Laurea in Statistica Introduzione Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" 7 INTRODUZIONE Era il 16 Aprile del 2003 quando, ad Atene, l'allora Presidente della Commissione dell'Unione europea, Romano Prodi recitava: "Oggi apriamo le braccia a questi 75 milioni di nuovi cittadini europei e diciamo loro: Benvenuti. Questa casa è la Vostra. Ora tocca a voi amarla, viverci, sognarci, abbellirla e ingrandirla ancora e, se un giorno sarà necessario, difendere assieme a noi i suoi valori e i suoi principi fondatori". Queste parole anticipavano l'ingresso nell'UE, di 10 paesi dell'Europa centro-orientale (Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Rep. Ceca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Malta), che il 1° maggio 2004 ne firmarono il Trattato di adesione. Vivere per alcuni mesi in uno di questi Paesi, così diversi dal nostro per cultura, clima e istituzioni, è un'esperienza che non solo ti forma ma ti fa porre delle domande interessanti. Il presente lavoro nasce infatti dalla mia esperienza di studio compiuta grazie al programma LLP/Erasmus in Polonia nel 2005. Otto mesi lontana dall'Italia e dalla mia Università, a contatto con stili di vita e di studio differenti rispetto a quelli cui ero abituata fino a quel momento, hanno riacceso in me la passione per la statistica e l'economia a tal punto da incentrare la mia tesi di laurea su un'analisi comparativa fra le economie di questi due Paesi. L'intento di quest'analisi è cercare di fornire, senza alcuna pretesa esaustiva, elementi che consentano di rispondere ad una domanda che più di una volta mi sono posta durante i mesi di permanenza in Polonia: "Da un punto di vista prettamente economico si vive meglio in Italia o in Polonia?".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

risparmio
debito pubblico
pil
inflazione
analisi comparativa
occupazione/disoccupazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi