Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valenze strategiche ed operative della logistica distributiva

La prima parte dell'elaborato si incentrerà sulla trasformazione del prodotto da semplice bene a insieme articolato di servizi, nonché sulla realizzazione, da parte dell'impresa, di prodotti sempre più personalizzati in funzione del cliente. In questo frangente, verranno indicate le fasi che l'impresa deve rispettare per adottare una politica di servizio ottimale e minimizzare i costi.
Nel terzo capitolo si procederà con una descrizione dell'importanza assunta da depositi e magazzini all'interno di un sistema distributivo efficace ed efficiente, con riferimento ai costi legati a tale sistema e alla loro interazione reciproca. Verranno inoltre introdotte le difficoltà specifiche legate alla realizzazione di una struttura distributiva e illustrato l'approccio generalizzato da adottare per ovviare a queste difficoltà.
Nel quarto capitolo si descriveranno la composizione del magazzino, la modalità ottimale di gestione degli ordini, i metodi previsionali per la determinazione del livello delle scorte, con riferimento ad alcuni degli strumenti utilizzati, il calcolo delle dimensione ottimale del lotto e i metodi per stabilire dove allocare il deposito.
Nel quinto capitolo ci si concentrerà su di un'altra importante scelta strategica che l'impresa deve effettuare, tenendo conto dei fattori che la influenzano e degli obiettivi che intende realizzare, ossia la scelta del canale da utilizzare per arrivare direttamente al cliente.
Oggetto del sesto capitolo sarà quindi il tema dell'outsourcing per le imprese coinvolte nella logistica distributiva, ponendo particolare attenzione all'importanza dei rapporti di fiducia con i partner esterni al fine della creazione di valore aggiunto, nonché ai vantaggi e ai rischi che una cooperazione di questo genere comporta.
Nell'ultimo capitolo si sottolineerà l'importanza che può rivestire, ai fini dell'efficienza operativa di un sistema logistico distributivo, il fatto di poter contare su un sistema informativo adeguato alle proprie esigenze, facendo specifico riferimento al supporto fornito dalle nuove tecnologie, tra le quali ricordiamo la tecnologia RFID, a livello di raccolta dei dati, archiviazione, elaborazione e analisi, grazie soprattutto ai costi più accessibili e alla semplificazione del linguaggio, favorendo in questo modo il miglioramento e la continua espansione del settore.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il presente lavoro tratta della Logistica Distributiva, un fenomeno che, nel corso degli ultimi anni, ha conosciuto un rapido sviluppo all’interno di diverse realtà aziendali, in virtù soprattutto dell’enorme vantaggio competitivo che essa può offrire. La logistica distributiva, infatti, consente di migliorare il livello di servizio e ridurre al minimo le attività a basso valore aggiunto, grazie all’introduzione di ottimizzazioni tecnico-organizzative che negli ultimi anni hanno trovato un valido supporto da parte della tecnologia, sempre più accessibile e a basso costo. Le modalità che consentono di ottenere l’ottimizzazione della logistica distributiva passano attraverso gli obiettivi e i costi, per focalizzarsi, alla fine, sul servizio reso ai clienti. La prima parte dell’elaborato si incentrerà sulla trasformazione del prodotto da semplice bene a insieme articolato di servizi, nonché sulla realizzazione, da parte dell’impresa, di prodotti sempre più personalizzati in funzione del cliente. In questo frangente, verranno indicate le fasi che l’impresa deve rispettare per adottare una politica di servizio ottimale e minimizzare i costi. Nel terzo capitolo si procederà con una descrizione dell’importanza assunta da depositi e magazzini all’interno di un sistema distributivo efficace ed efficiente, con riferimento ai costi legati a tale sistema e alla loro interazione reciproca. Verranno inoltre introdotte le difficoltà specifiche legate alla realizzazione di una struttura distributiva e illustrato l’approccio generalizzato da adottare per ovviare a queste difficoltà. Nel quarto capitolo si descriveranno la composizione del magazzino, la modalità ottimale di gestione degli ordini, i metodi previsionali per la determinazione del livello delle scorte, con riferimento ad alcuni degli strumenti utilizzati, il calcolo delle dimensione ottimale del lotto e i metodi per stabilire dove allocare il deposito. Nel quinto capitolo ci si concentrerà su di un’altra importante scelta strategica che l’impresa deve effettuare, tenendo conto dei fattori che la influenzano e degli obiettivi che intende realizzare, ossia la scelta del canale da utilizzare per arrivare direttamente al cliente.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Massimiliano Casale Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 714 click dal 16/10/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.