Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sindacato nella Polizia di Stato: dal riconoscimento legislativo alle più recenti riforme

Lo scopo di questa mia tesi è analizzare in maniera quanto più esaustiva possibile la nascita e l'evoluzione dei sindacati nella Polizia di Stato, con l'obbiettivo di offrire al lettore un quadro giuridico esauriente.
Il mio percorso universitario è iniziato leggermente più tardi rispetto alla prassi degli altri studenti, avendo iniziato da ormai sei anni, la mia carriera lavorativa come dipendente della Polizia di Stato.
Il mio obiettivo primario non poteva che essere quello di raggiungere una formazione culturale finalizzata ad accrescere e migliorare il mio livello di preparazione lavorativa.

Argomenti trattati:
• legge 121/81 e la nascita del sindacato nella polizia di Stato.
• il riconoscimento dei diritti sindacali per la Polizia di Stato.
• le organizzazioni sindacali nella polizia di stato e nelle forze di polizia
• differente trattamento sindacale tra personale militare e personale di polizia ad ordinamento civile
• SENTENZA CORTE COSTITUZIONALE 449/99
• cenni storici sul sindacalismo della polizia nel dopoguerra fino ad oggi

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Lo scopo di questa mia tesi è analizzare in maniera quanto più esaustiva possibile la nascita e l’evoluzione dei sindacati nella Polizia di Stato, con l’obbiettivo di offrire al lettore un quadro giuridico esauriente. Il mio percorso universitario è iniziato leggermente più tardi rispetto alla prassi degli altri studenti, avendo iniziato da ormai sei anni, la mia carriera lavorativa come dipendente della Polizia di Stato. Il mio obiettivo primario non poteva che essere quello di raggiungere una formazione culturale finalizzata ad accrescere e migliorare il mio livello di preparazione lavorativa. Dopo l’esposizione storica sulla sindacalizzazione nel periodo che vedeva al potere Mussolini, sarà affrontata la nozione di sindacato nel testo costituzionale. Inoltre sempre nel capitolo primo ho ritenuto indispensabile rievocare la legislazione che vietava agli agenti l’iscrizione alle associazioni sindacali. Nel secondo capitolo tratto l’attuazione della legge n. 121 entrata in vigore il 25 aprile del 1981, nota a molti come la riforma della Polizia. La 121/81 è una normativa che inaugura un vero e proprio cambiamento della Pubblica Sicurezza, e non verranno tralasciate le ragioni che stanno alla base della lenta ma progressiva mutazione del rapporto di lavoro del personale di Polizia. Dopo le premesse generali sulla filosofia che ha ispirato la legge di riforma n. 121/81 individuerò i punti più salienti del dettato normativo. La sopraindicata legge disponeva lo scioglimento del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza ad ordinamento militare e inquadrandolo poi nella nuova istituzione civile ad ordinamento speciale denominata Polizia di Stato. Con la restituzione agli appartenenti della P.S. dello status civile vennero riconosciuti i diritti sindacali, con le limitazioni e nelle forme previste derivanti dall’appartenenza ad un amministrazione civile avente però un ordinamento speciale.

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Vanessa Roder Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1148 click dal 07/11/2014.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.