Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Videogiochi violenti e aggressività: influenza su comportamenti, atteggiamenti e giudizio morale nei minori.

Aggressività e influenza mediatica rappresentano due temi strettamente correlati tra di loro ed è per questo che numerosi studi e ricerche si sono concentrate proprio sulla possibile influenza esercitata dai media sull’aggressività dei loro spettatori. In particolare, negli ultimi anni, molti studi si sono focalizzati sui videogiochi violenti dato anche il loro grande successo. Nel presente elaborato questo tema è affrontato da un punto di vista teorico, sono dapprima analizzate diverse spiegazioni formulate alla luce di differenti teorie di riferimento (il modello generale dell’aggressività, la teoria dell’apprendimento sociale ecc.), dopo di che sono presentati i risultati di alcune ricerche che hanno permesso di stabilire fino a che punto i videogiochi violenti possono avere effetti sull’aggressività dei minori.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’utilizzo dei videogiochi è un fenomeno sempre più in espansione e rappresenta la tipologia di giochi utilizzati al giorno d’oggi dalla maggior parte di bambini e adolescenti (Myers, 2008). Numerose ricerche di mercato (e non solo) hanno dimostrato che, negli ultimi anni, i videogiochi a contenuto violento rappresentano la categoria di videogiochi preferita dai minori e proprio per questo, anche grazie alle tecnologie sempre più evolute, gli sviluppatori di videogiochi hanno creato e messo in commercio, numerose tipologie di videogiochi a contenuto violento, rendendoli sempre più realistici e aumentando così l’interesse da parte dei minori (Myers, 2008; Anderson, Gentile & Buckley, 2007). Questa forte espansione è dovuta al parallelo sviluppo tecnologico, che caratterizza i giorni d’oggi, con tecnologie sempre più avanzate ed evolute che hanno modificato anche il modo di giocare, le tipologie di giochi, i luoghi di gioco che sono sempre più virtuali (Ghezzo & Pirone, 2007). La diffusione dei videogiochi è avvenuta a partire dagli anni Sessanta/Settanta, ma solo negli anni novanta hanno iniziato a diffondersi i videogiochi a contenuto violento che, con il passare del tempo e con l’evolversi delle tecnologie, sono diventati sempre più “cruenti” rendendo molto realistiche le scene di violenza e di sangue, e diventando i videogiochi più ricercati e scelti dai minori (Anderson, Gentile & Buckley, 2007). A causa di questa forte attrazione nei confronti dei videogiochi a contenuto violento la domanda che molti esperti si sono posti è: quali possono essere gli effetti del costante utilizzo di videogiochi a contenuto violento? In particolare, i ricercatori dell’area psicologico-sociale si sono chiesti se l’utilizzo di videogiochi violenti incrementi l’aggressività delle persone che ne usufruiscono, soprattutto se minori. E’ importante sottolineare come l’aggressività non venga intesa soltanto come un comportamento esplicito, volto a provocare un danno a qualcuno, ma rappresenti anche un atteggiamento e un sentimento come si vedrà nel corso dei capitoli. Prima dell’avvento e della diffusione dei videogiochi, è stata studiata in maniera approfondita l’influenza esercitata dai media, in particolare dalla televisione, su bambini e adolescenti e, anche in questo caso, non mancano numerosi studi relativi alla violenza mostrata in programmi televisivi e film. A tal proposito sono oggi presenti molti studi che mettono a confronto l’influenza esercitata dall’esposizione a programmi televisivi violenti e l’influenza esercitata dai videogiochi violenti. Anche se il dibattito è ancora molto aperto e la risposta a una domanda di questo spessore richiede approfondimenti maggiori, molti studiosi rivelano che l’influenza esercitata dai videogiochi sia maggiore di quella esercitata dai programmi televisivi,, per ragioni che verranno esposte più avanti. Gli studi relativi all’influenza dei videogiochi a contenuto violento sull’aggressività dei fruitori sono stati condotti con differenti approcci e metodologie, prendendo in considerazione numerose variabili. Le ricerche, inoltre, nascono alla luce di diversi modelli teorici e hanno a loro volta contribuito alla definizione di teorie diverse una dall’altra. La domanda alla quale si cercherà di dare una risposta nell’elaborato può essere cosi formulata: il fatto di assistere a scene di violenza e di aggressività in televisione o tramite l’utilizzo di videogiochi, può avere effetti su atteggiamenti e comportamenti nella vita dei minori? 4

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Andrea Bertelli Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1978 click dal 12/11/2014.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.