Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

API, PREZIOSE COLLABORATRICI - Un percorso di scoperta della società delle api e del valore di ognuno nella comunità della 2^C

Nel primo capitolo viene descritto il contesto nel quale ho realizzato la progettazione didattica relativa al tirocinio. Viene presentato utilizzando il modello teorico ecologico, che permette di conoscere l'ambiente con una metaforica lente di ingrandimento, con la quale osservare il contesto culturale riferito all'inclusione, il territorio, la realtà scolastica, fino ad arrivare alla classe 2^C e a Nicolò, il bambino che ho seguito.
Un approfondimento permette di conoscere meglio la sua personalità, il suo disturbo borderline, comportamentale-relazionale, e il suo funzionamento.
Infine, viene trattato il tema della rete educativa fra persone ed enti, in ottica educativa e inclusiva.
Il secondo capitolo delinea le caratteristiche della scuola inclusiva, trattando i temi della documentazione da produrre per il bambino disabile, della didattica inclusiva, della mia idea di inclusione, del ruolo che dovrebbe assumere l'insegnante di sostegno e del progetto di vita per ogni bambino.
Il terzo ed ultimo capitolo rappresenta il racconto del percorso didattico "Api, preziose collaboratrici: un percorso di scoperta della società delle api e del valore di ognuno nella comunità della 2^C". Tale progetto è stato realizzato nel contesto presentato, avvalendomi della conoscenza delle caratteristiche della scuola inclusiva.

Mostra/Nascondi contenuto.
Corso aggiuntivo per il sostegno. Relazione di tirocinio di Cristina Marras 5 PRESENTAZIONE Nel primo capitolo viene descritto il contesto nel quale ho realizzato la progettazione didattica relativa al tirocinio. Viene presentato utilizzando il modello teorico ecologico, che permette di conoscere l’ambiente con una metaforica lente di ingrandimento, con la quale osservare il contesto culturale riferito all’inclusione, il territorio, la realtà scolastica, fino ad arrivare alla classe 2°C e a Nicolò, il bambino che ho seguito. Un approfondimento permette di conoscere meglio la sua personalità, il suo disturbo borderline, comportamentale-relazionale, e il suo funzionamento. Infine, viene trattato il tema della rete educativa fra persone ed enti, in ottica educativa e inclusiva. Il secondo capitolo delinea le caratteristiche della scuola inclusiva, trattando i temi della documentazione da produrre per il bambino disabile, della didattica inclusiva, della mia idea di inclusione, del ruolo che dovrebbe assumere l’insegnante di sostegno e del progetto di vita per ogni bambino. Il terzo ed ultimo capitolo rappresenta il racconto del percorso didattico “Api, preziose collaboratrici: un percorso di scoperta della società delle api e del valore di ognuno nella comunità della 2°C”. Tale progetto è stato realizzato nel contesto presentato, avvalendomi della conoscenza delle caratteristiche della scuola inclusiva.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Cristina Marras Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 470 click dal 28/01/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.