Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo degli eventi nella strategia di sviluppo territoriale. Il caso Milano Expo 2015

Negli ultimi venti anni si è sempre più consolidato un fenomeno competitivo fra territori. È divenuta, quindi, necessaria una pianificazione strategica che diversifichi l'offerta territoriale della destinazione rispetto alla concorrenza.
I policy maker hanno compreso l'importanza dell'organizzazione di eventi, come strumento per il rilancio economico del territorio nel quale operano, nonché come leva in grado di migliorare la competitività, l'attrattività e l'immagine della destinazione.
La passione per l'organizzazione di eventi e l'interesse che nutro per il turismo, hanno ispirato la voglia di intraprendere uno studio che vedesse queste due argomentazioni unite alle discipline che più mi hanno appassionata durante il percorso di studio universitario: il Management ed il Marketing. L'idea si è poi sviluppata nella direzione di seguito descritta.
L'oggetto del presente lavoro sarà l'indagine delle strategie e dei possibili ruoli assunti dagli eventi, in particolar modo dei cosiddetti Grandi Eventi, nel piano di sviluppo territoriale.
Nel primo capitolo saranno analizzati gli elementi caratterizzanti gli eventi suddivisi per sistema di offerta, di erogazione e destinatari, per poi soffermarci su differenti classificazioni delle manifestazioni, in particolare sulla distinzione fra Special Events, Mega Events, Hallmark Events e Community Events.
Il secondo capitolo vedrà gli eventi in relazione alla destinazione in cui vengono realizzati. Saranno inizialmente esaminati i possibili ruoli delle manifestazioni nei diversi approcci applicabili al Marketing territoriale e la natura del loro contributo nella strategia denominata event-based. Infine, ci soffermeremo sugli effetti che potrebbero scaturire dalla loro realizzazione.
Il terzo capitolo si concentrerà sull'Esposizione Universale che avrà luogo a Milano nel 2015. In seguito ad una breve disamina della storia e dell'evoluzione delle Expo, verrà analizzata la strategia di Marketing territoriale adottata dalla città di Milano per poter sfruttare i benefici e minimizzare gli effetti negativi che possono scaturire dalla realizzazione della manifestazione in oggetto. Saranno, infine, analizzati i possibili impatti economici, turistici e socio-culturali che potranno derivare da Expo 2015.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli ultimi venti anni si è sempre più consolidato un fenomeno competitivo fra territori. È divenuta, quindi, necessaria una pianificazione strategica che diversifichi l’offerta territoriale della destinazione rispetto alla concorrenza. I policy maker hanno compreso l’importanza dell’organizzazione di eventi, come strumento per il rilancio economico del territorio nel quale operano, nonché come leva in grado di migliorare la competitività, l’attrattività e l’immagine della destinazione. La passione per l’organizzazione di eventi e l’interesse che nutro per il turismo, hanno ispirato la voglia di intraprendere uno studio che vedesse queste due argomentazioni unite alle discipline che più mi hanno appassionata durante il percorso di studio universitario: il Management ed il Marketing. L’idea si è poi sviluppata nella direzione di seguito descritta. L’oggetto del presente lavoro sarà l’indagine delle strategie e dei possibili ruoli assunti dagli eventi, in particolar modo dei cosiddetti Grandi Eventi, nel piano di sviluppo territoriale. Nel primo capitolo saranno analizzati gli elementi caratterizzanti gli eventi suddivisi per sistema di offerta, di erogazione e destinatari, per poi soffermarci su differenti classificazioni delle manifestazioni, in particolare sulla distinzione fra Special Events, Mega Events, Hallmark Events e Community Events. Il secondo capitolo vedrà gli eventi in relazione alla destinazione in cui vengono realizzati. Saranno inizialmente esaminati i possibili ruoli delle manifestazioni nei diversi approcci applicabili al Marketing territoriale e la natura del loro contributo nella strategia denominata event-based. Infine, ci soffermeremo sugli effetti che potrebbero scaturire dalla loro realizzazione. Il terzo capitolo si concentrerà sull’Esposizione Universale che avrà luogo a Milano nel 2015. In seguito ad una breve disamina della storia e dell’evoluzione delle Expo, verrà analizzata la strategia di Marketing territoriale adottata dalla città di Milano per poter sfruttare i benefici e minimizzare gli effetti negativi che possono scaturire dalla

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sara Morosino Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4122 click dal 11/12/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.