Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del sistema penale nella prospettiva del reinserimento sociale del detenuto.

La tesi ha 3 capitoli ognuno dei quali tratta un argomento specifico. Primo capitolo:introduzione storica. Secondo capitolo: Pene alternative alla detenzione. Terzo capitolo: la società in relazione al detenuto e la visione del sè.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “La liberazione non è la libertà; si esce dal carcere, ma non dalla condanna” (Victor Hugo) Ho iniziato a “guardare” con curiosità e interesse il mondo carcerario un paio d’anni fa, quando rimasi colpita dalla testimonianza di un ex detenuto italiano e in particolare da una sua modalità espressiva di seguito citata: “...gli effetti della carcerazione ti seguono ovunque”.. Da quel momento ho cominciato a nutrire un certo interesse sia per la giurisprudenza sia per il trattamento socio-giuridico che al reo viene riservato. Per tali motivi ho ritenuto opportuno scegliere, quale oggetto del presente elaborato, il tema relativo alla funzione rieducativa della pena detentiva che ho provveduto ad articolare in tre capitoli: Nel primo, ho effettuato un excursus storico della pena e delle sue funzioni approfondendo contemporaneamente il grado di effettività della sanzione penale in ambito rieducativo. Nel secondo ho trattato le misure alternative alla detenzione, considerate primo importante intervento in ambito legislativo, perché finalizzate al processo di risocializzazione del condannato ed insieme al mantenimento e/o ricostituzione dei suoi rapporti personali, familiari, sociali. Cita l’art. 27 comma 3°: “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Vera Iannello Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2244 click dal 18/12/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.