Skip to content

La Toscana: storia, evoluzione e l'effetto della crisi economica sul mercato turistico

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Roselli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Giacomo Cavuta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 86

Con la mia tesi ho voluto illustrare i diversi cambiamenti che hanno investito il settore turistico nel corso dell'ultimo decennio. In particolare, nella prima parte del mio elaborato, ho considerato il turismo italiano nel suo complesso e nella seconda parte ho descritto dettagliatamente il turismo della regione Toscana considerando gli anni 2000 - 2012, facendo un'analisi dell'andamento dei flussi turistici distinguendo il periodo di piena occupazione ed il periodo di crisi economica.Facendo un salto nel periodo odierno e considerando il fenomeno della globalizzazione in Italia e nel resto del mondo sono sorte moltissime forme di turismo, come ad esempio: il turismo termale - balneare, il turismo di massa, il turismo verde, il turismo alternativo, il turismo enogastronomico, il turismo d'affari, ecc. Oltre alla nascita di nuove forme di turismo, la globalizzazione ha contribuito anche al diffondersi di nuove tipologie di strutture ricettive adatte ad ogni fascia di clientela, ed inoltre, l'utilizzo inarrestabile di internet ha fatto nascere piattaforme di prenotazione on line per i cosiddetti "turisti fai da te".
Per quanto riguarda l'Italia nel suo complesso possiamo affermare che essa gode di un territorio assai variegato e particolare che offre diverse forme di turismo da quello delle città d'arte a quello balneare e montano; ma la regione italiana per eccellenza che gode delle più innovative tipologie di turismo è la Toscana. Proprio per questo motivo è la regione italiana che ho voluto analizzare nel dettaglio, poiché il suo vasto e variegato territorio mi ha permesso di effettuare un'analisi approfondita sia per tipologia di turismo sia per centri urbani polarizzati. La Toscana può essere divisa in sei aree turistiche principali: aree turistiche balneari, aree turistiche rurali, aree turistiche termali, aree turistiche d'arte, aree turistiche montane ed aree turistiche enogastronomiche. Il turismo della regione Toscana è un turismo stagionale che si estende nell'arco dell'intero anno poiché il suo territorio è caratterizzato da diverse forme di turismo ognuna della quali occupa un determinato periodo dell'anno. Altra caratteristica del turismo di questa regione è la forte diversificazione di strutture ricettive, passando da alloggi di lusso ad aree di sosta camper completamente attrezzate e definite nei minime dettagli. Proprio grazie alla sua vasta offerta ricettiva che la regione riesce ad attirare turisti di tutte le età e di tutte le specie, infatti la Toscana è caratterizzata sia da un turismo di lunga durata che dal cosiddetto turismo "mordi e fuggi".
Nel mio elaborato ho preferito suddividere la Toscana in diverse aree territoriali, tra cui abbiamo: l'area fiorentina che è caratterizzata da un turismo d'arte, l'area senese e delle colline del Chianti caratterizzata sia da un turismo d'arte che riguarda la città di Siena e sia da un turismo rurale, enogastronomico e termale che riguarda le sue colline, l'area dei poli urbani di Arezzo, Pistoia e Prato che sono considerati piccoli centri urbani d'arte in via di sviluppo, l'area di Livorno, Pisa, Lucca, Grosseto e Massa Carrara caratterizzata da tipologie di turismo urbano - d'arte e di turismo balneare - portuale, ed infine l'area della Versilia che è considerata il polo centrale del turismo balneare della Toscana.
Il turismo della regione Toscana è retto sia dal turismo nazionale che dal turismo straniero. La permanenza dei turisti nazionali è quasi sempre di breve durata ed è composta da quei turisti che cercano tranquillità e vogliono passare un weekend lontani dal caos delle città, oppure da quei turisti che vogliono visitare le bellezze e le caratteristiche delle città d'arte toscane. La permanenza dei turisti stranieri è quasi sempre di lunga durata, loro preferiscono visitare ogni minimo angolo della regione o della città, andando alla scoperta di tutte le bellezze artistico, culturali e gastronomiche.
La crisi economica e finanziaria che ha colpito l'intero globo dal 2007 ad oggi ha interessato la maggior parte dei settori da quello agricolo ed industriale a quello turistico. Per quanto riguarda l'Italia nel suo complesso, la crisi economica ha portato ad un forte calo delle presenze turistiche rispetto agli anni pre - crisi.
Stessa cosa non va detta per la regione Toscana, che ha risentito in maniera lieve l'impatto che la crisi economica ha avuto nel nostro Paese. Negli anni della crisi, il turismo toscano ha registrato un calo per quanto riguarda i vacanzieri nazionali, i quali prima avevano una permanenza più duratura mentre oggi hanno una permanenza di breve durata; a compensare il calo registrato dei turisti nazionali, c'è il turismo straniero che con la crisi ha subito il fenomeno inverso, ossia è in netto aumento rispetto agli anni precedenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Con la mia tesi ho voluto illustrare i diversi cambiamenti che hanno investito il settore turistico nel corso dell'ultimo decennio. In particolare, nella prima parte del mio elaborato, ho considerato il turismo italiano nel suo complesso e nella seconda parte ho descritto dettagliatamente il turismo della regione Toscana considerando gli anni 2000 - 2012, facendo un'analisi dell'andamento dei flussi turistici distinguendo il periodo di piena occupazione ed il periodo di crisi economica. Si inizia a parlare del fenomeno turistico intorno al XVII secolo con la nascita del Grand Tour che era un lungo viaggio nell'Europa continentale il quale inizialmente veniva praticato solo dalle famiglie nobili inglesi con lo scopo di accrescere le proprie conoscenze culturali. Facendo un salto nel periodo odierno e considerando il fenomeno della globalizzazione in Italia e nel resto del mondo sono sorte moltissime forme di turismo, come ad esempio: il turismo termale - balneare, il turismo di massa, il turismo verde, il turismo alternativo, il turismo enogastronomico, il turismo d'affari, ecc. Oltre alla nascita di nuove forme di turismo, la globalizzazione ha contribuito anche al diffondersi di nuove tipologie di strutture ricettive adatte ad ogni fascia di clientela, ed inoltre, l'utilizzo inarrestabile di internet ha fatto nascere piattaforme di prenotazione on line per i cosiddetti "turisti fai da te".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi