Skip to content

I crimini sessuali come crimini di diritto internazionale

Informazioni tesi

  Autore: Anna Cristina Danieli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Andrea Bianchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 242

“I crimini sessuali come crimini di diritto internazionale” rappresenta uno studio piuttosto complesso nell’ambito sia del diritto penale internazionale che, in particolare, del diritto internazionale umanitario, in merito alla fattispecie della violenza sessuale e stupro, perpetrati entrambi nel corso dei conflitti armati.
La tesi è divisa in tre capitoli.
Il primo capitolo consiste nell’analisi storica della violenza sessuale in genere, garantendo una prospettiva d’approccio internazionale, descrivendo come lo stupro sia inteso non più solo come by product di un conflitto armato, ma anche come arma efficace (weapon of war) al fine di rendere un’area geografica etnicamente omogenea (cd. stupro etnico).
In esso sono considerati i maggiori conflitti bellici, quali le due guerre mondiali e la guerra in Vietnam, nonché eventi ancor più antecedenti quali la guerra di secessione americana.
Il secondo capitolo contiene un’analisi dettagliata delle norme di diritto internazionale che reprimono il crimine di stupro (vedi: Convenzioni di Ginevra e relativi Protocolli, Convenzioni sulla repressione dei crimini di genocidio e tortura, crimini contro l’umanità).
Il terzo capitolo descrive l’evoluzione normativa apportata dai due Tribunali ad hoc (International Criminal Tribunal for the Former Yugoslavia and Rwanda), soffermandosi in particolare sui rispettivi statuti e giurisprudenza relativa ai casi maggiormente rappresentativi. Un cenno particolare è dedicato alla problematica relativa alla definizione del crimine di stupro secondo la giurisprudenza dei Tribunali, anche alla luce degli elements of crime relativi allo Statuto della Corte Penale Internazionale. Incluso anche qualche cenno sulla Corte Speciale per Sierra Leone.
Seguono le conclusioni e la corposa bibliografia (le fonti sono state prevalentemente reperite presso la biblioteca del Peace Palace dell’Aia).


CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO ANALISI STORICA 1. Periodo Antico “Le donne e i minori di entrambi i sessi diventino d’immediata proprietà dei vincitori”. Codice di guerra saraceno 1 Tracciare un’analisi del concetto di violenza sessuale relativa a questo periodo, che si estende fino al basso medioevo, non è compito facile, specialmente se si considera che le “fonti” non sono dotate di natura strettamente giuridica e sono peraltro difficilmente riscontrabili. Comunque è noto fin dal “ratto delle sabine” che una nozione intuitiva del concetto di stupro era già presente. Livio 2 racconta di come Romolo avesse incaricato i suoi messi, inviati presso i Sabini, ad auspicare nuove alleanze e matrimoni. Racconta anche come i Sabini rifiutarono. Solo a causa di tale rifiuto Romolo decise, in breve, di prendere le prede con la forza (…ad vim res coepit …). A parte l’inclusione della donna nel genus “res,” appare probabile che la delegazione non si sia recata dai Sabini a chiedere unioni coniugali. Per altro, la descrizione dell’operazione “moglie” ricorda chiaramente l’iter di quelle che saranno descritte in seguito in merito alla schiavitù sessuale: le donne Sabine furono rapite (… signoque dato iuventus romana ad rapiendas virgines discurrit.) e poi trasportate nella domus del Romano committente (… domos referebant.). Risalendo ad un periodo ancor più remoto e scorrendo le pagine dell’Iliade, Omero ci riporta un dialoghetto fra il potente Agamennone e il semidio Achille il cui oggetto verteva principalmente su questioni terrene e nondimeno impellenti: il possesso delle donne catturate durante la guerra di Troia. 1 Kelly Dawn Askin, War Crimes against Women, The Hague, 1997, pagina 18. 2 Luciano Perelli, Livio-La Prima Decade- Tito Livio, Ab Urbe Condita, Torino, 1953, pagina 48.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crimini sessuali
diritti umani
diritto internazionale
diritto penale internazionale
icc
ictr
icty
stupro
stupro etnico
violenza sessuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi