Skip to content

Un cinema popolare e civile: L'Onorevole Angelina

Informazioni tesi

Autore: Vincenzina Ricciardi
Tipo: Laurea liv.I
Anno: 2013-14
Università: Università degli Studi Roma Tre
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
Relatore: StefaniaParigi
Lingua: Italiano
Num. pagine: 88

Questa tesi di laurea vuole prendere in considerazione la produzione cinematografica del regista Luigi Zampa e in particolar modo L’Onorevole Angelina, pellicola del 1947 con protagonista Anna Magnani.
L’Onorevole Angelina vuole essere film manifesto di una realtà, quella del secondo dopoguerra, che vive una profonda crisi economica e sociale. Zampa sceglie di raccontare un fatto di cronaca: le gesta di una popolana che si ribella al sistema per affermare i propri diritti e quelli di chi, come lei, è costretto a subire le conseguenze di una guerra che aveva visto l’Italia sconfitta non solo dal punto di vista politico, ma anche dal punto di vista morale. I problemi odierni di una borgata della Roma periferica sono i protagonisti dell’opera di Zampa, mai come in questo caso, regista neorealista.

Zampa attraversa il neorealismo in una posizione marginale, quasi per un condizionamento ambientale. […] Il suo cinema, a partire dal dopoguerra può essere descritto con gli stessi termini che Maurizio Grande usa a proposito del neorealismo: “propone un allargamento dello ‘spazio del visibile’ correlato allo spazio cinematografico”.
Un film come L’Onorevole Angelina sostituisce al mondo chiuso del cinema dei telefoni bianchi, nuovi spazi di realtà che coincidono con lo sguardo neorealista, incentrato sul quotidiano e sui problemi che da esso derivano.
Zampa evita ogni coloritura ideologica, eppure l’adesione al ribellismo proletario è incondizionata, ispirata ad un senso di giustizia primigenio e preideologico, che trova motivazione anche nelle origini proletarie del regista. Girando per la prima volta in una Roma di periferia, Zampa sente una sintonia, uno slancio sentimentale che va al di là della retorica letteraria dei film precedenti. Il suo populismo non è una posa o un dogma ideologico, ma un imperativo morale.
L’apporto della Magnani alla stesura della sceneggiatura e la sua interpretazione, ancora di più, contribuiscono al successo del film che registra un buon incasso in un mercato che, nel 1947, segna un netto calo al botteghino dei film che da lì a poco verranno etichettati come neorealisti. L’attrice si prodiga in una recitazione irruente di grande immediatezza e vivacità, che conferma le sue doti di interprete e ci restituisce a pieno gli umori delle donne di Pietralata, che finalmente trovano il modo di farsi ascoltare, non solo grazie alle baccaiate, a cui va il merito di restituire una certa visibilità mediatica, ma anche esercitando il neonato diritto al voto per le donne con la fondazione di un nuovo partito che permetterebbe alla Sora Angelina di divenire Onorevole e di poter così baccaiare anche in Parlamento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il mio punto d’osservazione è sempre stato quello della povera gente che il potere schiaccia. […] Se il potere schiaccia Agnelli non me ne frega niente. Ma se approfitta di un poveraccio che non ha di che vivere la mia coscienza si ribella. Direi che è stata proprio questa capacità di indignarmi che mi ha indotto, mi ha spinto a scegliere un certo filone. Luigi Zampa Questa tesi di laurea vuole prendere in considerazione la produzione cinematografica del regista Luigi Zampa e in particolar modo L’Onorevole Angelina, pellicola del 1947 con protagonista Anna Magnani. L’Onorevole Angelina vuole essere film manifesto di una realtà, quella del secondo dopoguerra, che vive una profonda crisi economica e sociale. Zampa sceglie di raccontare un fatto di cronaca: le gesta di una popolana che si ribella al sistema per affermare i propri diritti e quelli di chi, come lei, è costretto a subire le conseguenze di una guerra che aveva v i s t o l ’ I t a l i a s c o nf i t t a n o n s ol o da l punt o d i vi s t a p ol i t i c o , ma anche dal punto di vista morale. I problemi odierni di una borgata della Roma pe r i f er i ca s o n o i pr ot a go ni s t i d el l ’ ope r a d i Z a m pa, m ai c o m e i n qu e s t o caso, regista neorealista.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dopoguerra
donna
neorealismo
tesi
dams
triennale
luigi
zampa
onorevole
angelina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi