Skip to content

Il diritto-dovere della libertà d'informazione: confronto fra la stampa italofona e quella anglofona

Informazioni tesi

  Autore: Carmen Veronica
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze per la comunicazione internazionale
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: IainHalliday
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 130

L'idea da cui sono partita per la mia tesi è la valutazione negativa, in merito alla libertà di stampa, espressa da "Freedom House" nella sua inchiesta "Freedom of the press 2013". Secondo il parere di tale organizzazione non governativa l'Italia è "parzialmente libera" mentre l'Inghilterra è "libera".
L'obiettivo della mia ricerca è stabilire se il risultato di questa inchiesta è troppo negativo nei confronti della situazione in Italia, o se è vero che la stampa inglese è realmente obiettiva nel trasmettere l'informazione. Per questo motivo ho confrontato i due maggiori quotidiani italiani, "La Repubblica" e "Il Corriere della Sera" con i due inglesi più popolari. Di conseguenza ho scelto quattro notizie di politica italiana che trattavano lo stesso evento sia nella stampa on-line inglese che in quella italiana. Questo elaborato è suddiviso in tre capitoli. Nel primo capitolo spiego la metodologia, usata da "Freedom House" nella sua inchiesta, che si basa su tre criteri: "categoria politica", "categoria legale" e "categoria economica". Successivamente presento una breve storia del giornalismo sia inglese che italiano, soffermandomi però sul "The Times", "The Guardian", "La Repubblica" e "Il Corriere della Sera".
Inoltre, analizzo l'idea di giornalismo politico così come espressa dalla celebre giornalista-scrittrice Oriana Fallaci che tenne diverse conferenze nelle più prestigiose Università americane. Nel secondo capitolo, descrivo le differenze in ambito legislativo fra i giornalisti italiani e quelli inglesi soprattutto per ciò che concerne l'accesso alla professione. In seguito mostro i cambiamenti dei quotidiani: dal cartaceo all'edizione online. Il passo successivo, iniziato nel secondo capitolo e terminato nel terzo, è l'analisi linguistica delle notizie che trattano la condanna di Berlusconi per frode fiscale, l'arresto di Marcello Dell'Utri in Libano, il nuovo governo Renzi e il successo elettorale del Movimento Cinque Stelle. Per capire quale visione della realtà i quotidiani trasmettono alla gente mi sono concentrata sui titoli, la sintassi e il lessico degli articoli. Tutto ciò è utile per spiegare che il linguaggio non è mai neutrale. Alla fine sottolineo l'importanza di un buon giornalismo ma anche il fatto che le persone dovrebbero leggere i quotidiani con un approccio critico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'idea di fare una ricerca in merito ad un argomento molto delicato come la “libertà d'informazione”; poiché rappresenta uno dei principi cardine della vita democratica di un Paese; è giunta dopo aver letto degli articoli sul giornale “Il Fatto Quotidiano” che analizzavano i pessimi risultati dell'Italia stimati da importanti organizzazioni non-governative internazionali, come “Freedom House” e “Reporters without borders”. La prima organizzazione è statunitense invece la seconda è nata dall'iniziativa di quattro giornalisti francesi. Per diversi anni l'Italia è stata classificata tra i Paesi cosiddetti “semi-liberi” in merito alla libertà d'informazione. Questi dati mi hanno spinta a capire le motivazioni di tali giudizi negativi e a pormi il quesito se la valutazione di “Freedom House” sia eccessivamente severa o se esiste un problema nel sistema dell'informazione italiana. Ho scelto poi di focalizzarmi sui due quotidiani maggiormente diffusi in Italia cioè “La Repubblica” e “Il Corriere della Sera”; poiché i dati Audipress concernenti il numero di lettori classificano al primo posto il quotidiano romano e al secondo quello milanese. Successivamente dato che l'Inghilterra viene valutata come “Paese libero”, ho scelto di confrontare i due quotidiani italiani con i due autorevoli giornali inglesi, cioè, “The Times” e “The Guardian”. Il confronto si basa esclusivamente su notizie politiche, poiché la politica è un elemento decisivo nella vita di un Paese in quanto ne determina il progresso della collettività o un malessere generale. Inoltre leggendo le notizie politiche pubblicate in Inghilterra, analizzando la selezione fatta dai due giornali e come tali notizie sono scritte, capiremo qual è la percezione dell'Italia dall'estero. Prima però dell'analisi linguistica ho delineato un percorso storico del giornalismo italiano e di quello inglese. Tale excursus si è rivelato molto interessante perché ha delineato i tratti distintivi della stampa dei due Paesi. In verità, l'Inghilterra è sia la patria di una nobile tradizione giornalistica che la nazione dei tabloid più I

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

freedom house
giornalismo politico in italia ed inghilterra
storia del giornalismo italiano
storia del giornalismo inglese
chi sono i giornalisti in italia e inghilterra
tabloid vs broadsheet
il linguaggio delle news on line
analisi linguistica di testi giornalistici
titolo, sintassi e lessico delle news on line
the importance of language in british newspapers

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi