Skip to content

Il ruolo degli eventi nelle strategie di marketing territoriale. L'evento "Luci d'Artista" di Salerno.

Informazioni tesi

  Autore: Anna Ponyedyelnik
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Consulenza e management aziendale
  Relatore: Vittoria Marino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

L’ottica e la rilevanza di una materia come quella di marketing territoriale ha subito diversi cambiamenti nel corso degli ultimi decenni. Da una disciplina spesso sottovalutata e difficilmente presa in considerazione quale era alla fine dello scorso secolo ad una disciplina alla quale è stata affidata la definizione di progetti, programmi e strategie aventi per oggetto lo sviluppo nel lungo periodo di un’offerta territoriale coerente sia con il posizionamento competitivo del territorio, sia con le esigenze dei soggetti residenti. Non a caso, nel giro di pochi anni abbiamo assistito alla diffusione di agenzie specializzate in tale materia, generalmente costituite e gestite dalle istituzioni pubbliche locali. Il punto focale nello sviluppo territoriale viene spostato da indicatori puramente economici, che tengono in considerazione il numero di insediamenti produttivi, i mutamenti del mercato o i tassi di disoccupazione, verso le caratteristiche distintive di quel luogo e, quindi, verso ciò che esso riesce ad esprimere a livello culturale e sociale: l’eredità storica, l’identità e la vocazione.
Le politiche di attrazione degli investimenti, utilizzate come strumenti di marketing territoriale e promosse sia a livello locale che a quello nazionale, possono incidere in maniera significativa sulle condizioni sociali, tecnologiche ed economiche dei territori con conseguente aumento di competitività anche a livello internazionale. È un argomento che non può essere sottovalutato visto, soprattutto, il pericolo proveniente dai cosiddetti paesi del BRIC che, nonostante la crisi, non smettono di crescere e di attirare sempre di più i grandi finanziatori. Considerando l’Italia, questa ha una delle più importanti leve strategiche per l’attrattività delle risorse finanziarie e umane che è rappresentata dal settore turistico. L’Italia è da sempre considerata una “meta da sogno” grazie al suo immenso patrimonio culturale, artistico, paesaggistico, nonché, enogastronomico, ma non sempre tutto ciò viene valorizzato in modo efficace.
L’organizzazione degli eventi, soprattutto dei cosiddetti mega-eventi, comporta numerosi vantaggi: oltre all’aspetto dell’attrattività e della promozione dell’immagine del luogo che li ospita a livello nazionale ed internazionale, si individuano tutt’una serie di benefici di cui possono godere le comunità locali sfruttando tale opportunità per accrescere il benessere sociale. La storia è piena di esempi dai Giochi Olimpici agli Expo che sono riusciti ad incidere, nel corso del tempo, in modo profondo e radicale sul tessuto sociale ed economico del territorio. Si spera di poterlo constatare anche l’anno prossimo, quando la città di Milano ospiterà l’Expo 2015. A tal proposito e riconoscendo il potenziale di tali iniziative, è stata sviluppata una nuova disciplina, l’event marketing, che, appartenendo al ramo di marketing strategico, fornisce agli organizzatori gli strumenti necessari per la pianificazione dell’evento allo scopo di raggiungere degli obiettivi ben precisi.
Il successo di qualsiasi azione di marketing territoriale è strettamente correlato con il livello effettivo di collaborazione di tutti gli operatori pubblici e privati presenti sul territorio. E così, ad esempio, la Biennale di Venezia, ai vertici mondiali per la Mostra Internazionale d’arte Cinematografica, per l’Esposizione Internazionale d’Arte e la Mostra Internazionale di Architettura, viene fortemente sostenuta non solo dagli enti locali ma anche dallo Stato italiano. Allo stesso modo anche il Giffoni Film Festival viene sostenuto e finanziato dall’Unione Europea, dallo Stato italiano, dalla Regione Campania e da una serie di enti territoriali più piccoli. Tutto ciò evidenzia l’importanza strategica che viene riconosciuta a tutti livelli ad un evento.
Nell’esperienza campana possiamo ritrovare anche un altro esempio, da risonanza decisamente minore rispetto al GFF, ma con delle ottime prospettive future che è l’evento “Luci d’Artista”: una manifestazione nata a Salerno nel 2006 sulla scia dell’omonimo evento torinese che è stata analizzata nel modo dettagliato all’interno di questo elaborato. Lo studio si è focalizzato sull’analisi del livello di soddisfazione percepito dai visitatori rispetto all’evento, sulle intenzioni comportamentali degli individui rispetto alla manifestazione ed alla produzione locale ed, infine, sull’influenza che svolgono su questi elementi l’immagine che i turisti hanno della città che ospita l’evento e i fattori che possono incidere sulla percezione della qualità del viaggio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La denazionalizzazione del territorio, la dispersione geografica delle unità produttive ed il decentramento della sovranità dello Stato - le conseguenze più rilevanti del processo di globalizzazione – hanno contribuito alla nascita e allo sviluppo del marketing territoriale, una disciplina che mette in atto diverse azioni finalizzate a rendere attrattiva e, quindi, competitiva una specifica area o territorio. Le concrete politiche di attrazione degli investimenti promosse sia a livello locale che a quello nazionale possono incidere in maniera significativa sulle condizioni sociali, tecnologiche ed economiche dei territori con conseguente aumento di competitività anche a livello internazionale. È un argomento che non può essere sottovalutato visto, soprattutto, il pericolo proveniente dai cosiddetti paesi del BRIC che, nonostante la crisi, non smettono di crescere e di attirare sempre di più i grandi finanziatori. Considerando l’Italia, questa ha una delle più importanti leve strategiche per l’attrattività delle risorse finanziarie e umane che è rappresentata dal settore turistico. L’Italia è da sempre considerata una “meta da sogno” grazie al suo immenso patrimonio culturale, artistico, paesaggistico, nonché, enogastronomico, ma non sempre tutto ciò viene valorizzato in modo efficace. L’organizzazione degli eventi, soprattutto dei cosiddetti mega-eventi, comporta numerosi vantaggi: oltre all’aspetto dell’attrattività e della promozione dell’immagine del luogo che li ospita a livello nazionale ed internazionale, si individuano tutt’una serie di benefici di cui possono godere le comunità locali sfruttando tale opportunità per accrescere il benessere sociale. La storia è piena di esempi dai Giochi Olimpici agli Expo che sono riusciti ad incidere, nel corso del tempo, in modo profondo e radicale sul tessuto sociale ed economico del territorio. Si spera di poterlo constatare anche l’anno prossimo, quando la città di Milano ospiterà l’Expo 2015. A tal proposito e riconoscendo il potenziale di tali iniziative, è stata sviluppata una nuova disciplina, l’event marketing, che, appartenendo al ramo di marketing strategico, fornisce agli organizzatori gli strumenti necessari per la pianificazione dell’evento allo scopo di raggiungere degli obiettivi ben precisi. Il successo di qualsiasi azione di marketing territoriale è strettamente correlato con il livello effettivo di collaborazione di tutti gli operatori pubblici e privati presenti sul territorio. Da questo rapporto dipende non solo il risultato di un specifico intervento in una prospettiva di lungo periodo, ma anche la creazione di un’offerta qualitativamente alta che tiene in considerazione gli interessi di tutti i stakeholder. Gli esempi di una collaborazione proficua che intercorre da anni tra il settore pubblico e quello privato, sono riscontrabili nel caso della Biennale di Venezia e del Giffoni Film Festival. Nell’esperienza campana possiamo ritrovare anche un altro esempio, da risonanza decisamente minore rispetto al GFF, ma con delle ottime prospettive future che è l’evento “Luci d’Artista”: una manifestazione nata a Salerno nel 2006 sulla scia dell’omonimo evento torinese che è stata analizzata nel modo dettagliato all’interno di questo elaborato. Lo studio si è focalizzato sull’analisi del livello di soddisfazione percepito dai visitatori rispetto all’evento, sulle intenzioni comportamentali degli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
marketing territoriale
ricerca
territorio
eventi
organizzazione degli eventi
politiche di sviluppo
luci d'artista di salerno
effetti sullo sviluppo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi