Skip to content

L'arredo in viaggio - L'evoluzione dei mobili trasformabili nel corso dei secoli

Informazioni tesi

  Autore: Erica Cerri
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Progettazione e Arti Applicate
  Corso: Product Design
  Relatore: Anty Pansera
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

Il lavoro di tesi ha origine dallo studio di una particolare tipologia di scrivania trasformabile denominata “scrivania da viaggio” creata dell’ebanista fiorentino Giovanni Socci nel 1807. È un mobile ricercato nella forma e raffinato nei materiali che racchiude al suo interno un meccanismo ingegnoso in grado di trasformare l’aspetto esterno della scrivania mutandone la funzione. Con una leggera pressione d’entrambe le mani il mobile si chiude, scorrendo su guide nascoste, o si apre come fosse uno scrigno segreto. Quando la scrivania è chiusa ha l’aspetto di un tavolo ovale a sette gambe con cassettoni ma, quando si apre, inserendo la chiave nella serratura posta sul suo fianco, svela il proprio contenuto tramite un preciso scorrimento di piani facendo fuoriuscire una seduta imbottita, un leggio scorrevole e inclinabile, un mobiletto per riporre la corrispondenza con gli utensili necessari alla scrittura e due ampi cassetti segreti posizionati nella parte inferiore del mobile.
Fu nominata “scrivania da viaggio” perché nel 1800, con la diffusione dello stile Impero e le conquiste napoleoniche, era consuetudine possedere mobili trasformabili e richiudibili adatti a essere trasportati durante i numerosi spostamenti dei loro proprietari.
Da questo speciale arredo, che ha attirato la mia curiosità, è nata l’idea di progettare una scrivania da viaggio contemporanea che soddisfi le esigenze del moderno viaggiatore.
Quando si progetta un nuovo mobile è necessario studiare la sua storia, le sue origini e la sua evoluzione nel tempo per affrontare, con conoscenze adeguate e determinazione, l’analisi di una nuova forma in grado di attirare l’attenzione dell’utente e al tempo stesso indicare ad esso le proprie funzioni.
Il lavoro di ricerca della tesi attraversa trasversalmente diversi settori che trattano, in modo differente, le caratteristiche di questo speciale mobile. La scrivania di Giovanni Socci è un mobile da viaggio quindi, per poter apprendere il significato di questa specifica tipologia, viene approfondito il tema dell’arredo da viaggio a lei contemporaneo nell’Europa dell’Ottocento. Appartengono a questa categoria tutti i mobili coloniali da campo che, grazie alle specifiche caratteristiche di praticità e leggerezza, sono facilmente trasportabili da un luogo all’altro senza correre il rischio di danneggiarsi perché costruiti con materiali resistenti agli urti e a un determinato tipo di clima vigente nelle colonie europee africane e indiane. Agli arredi da viaggio fanno parte, inoltre, tutti i mobili definiti pieghevoli che, per la loro struttura snodata, sono in grado di chiudersi su se stessi occupando il minimo spazio durante il trasporto.
La scrivania da viaggio di Socci, oltre ad essere un arredo trasformabile, è un mobile di lusso creato su commissione di Maria Luisa di Borbone. Viene analizzato, pertanto, anche il tema dell’arredo da viaggio lussuoso prendendo in esame i famosi e pregiati bauli da viaggio francesi di Louis Vuitton tra il 1850 e il 1930, apprezzati dall’alta società parigina, dai sovrani, dai capi di stato, dagli esploratori, dagli artisti e dai magnati di tutta Europa. Sono bauli che, oltre a essere caratterizzati da una singolare robustezza e leggerezza, contengono internamente scomparti e attrezzature utili per svolgere determinate funzioni durante il viaggio come per esempio il baule-letto, il baule-armadio, il baule-radio e il baule-scrivania utili, rispettivamente, per dormire, riporre abiti e cappelli, ascoltare la radio e mantenere la corrispondenza nel corso di lunghi viaggi.
Inoltre viene preso in considerazione il mobile da viaggio americano, che arredava i vagoni ferroviari nell’Ottocento, caratterizzato da un’elevata competenza tecnica derivante dalla smisurata ingegnosità dei suoi inventori, realizzati per garantire al passeggero un viaggio comodo e rilassante sia durante i viaggi diurni che in quelli notturni. Oltre alle sedute ferroviarie trasformabili si sono analizzati i mobili brevettati, sempre americani, dalla struttura metallica snodabile, creati per conferire un maggiore comfort alle sedute, modellate sulla forma del corpo umano, per risolvere i problemi pratici e funzionali dell’epoca.
Questa ricerca ha fornito un attenta analisi delle numerose tipologie di mobili prodotti dal XVIII agli inizi del XX secolo, costruendo le basi per la realizzazione di un progetto concreto e attuale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione Nel capitolo sono presentate le motivazioni e gli obiettivi che hanno portato allo sviluppo del lavoro di tesi. Viene poi menzionato il piano di presentazione della tesi. 1.1 Motivazioni e obiettivi della tesi Il lavoro di tesi ha origine dallo studio di una particolare tipologia di scrivania trasformabile denominata “scrivania da viaggio” creata dell’ebani- sta fiorentino Giovanni Socci nel 1807. È un mobile ricercato nella forma e raffinato nei materiali che racchiude al suo interno un meccanismo ingegno- so in grado di trasformare l’aspetto esterno della scrivania, mutandone la funzione. Con unaleggerapressione di entrambe le maniilmobile si chiude, scorrendo su guide nascoste, o si apre come fosse uno scrigno segreto. Nel momento in cui la scrivania risulta chiusa possiede l’aspetto di un tavolo ovale a sette gambe con cassettoni, invece una volta aperta, mediante l’in- serimento di una chiave nella serratura posta sul fianco del mobile, svela il proprio contenuto tramite un preciso scorrimento di piani facendo fuoriu- scire una seduta imbottita, un leggio scorrevole e inclinabile, un mobiletto per riporre la corrispondenza con gli utensili necessari alla scrittura e due ampi cassetti segreti posizionati nella parte inferiore del mobile. Fu denominata “scrivania da viaggio” perché nel 1800, con la diffusione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

viaggio
mobili
trasporto
louis vuitton
mobili trasformabili
giovanni socci
mobili pieghevoli
mobili da campo
bauli da viaggio
scrivanie da viaggio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi