Skip to content

Il viaggio di Roland - Un Cavaliere, un Corno, una Torre: l'evoluzione di un Eroe letterario dal Medioevo a Robert Browning fino a Stephen King

Informazioni tesi

  Autore: Tiziano Ferracci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lingue nella società dell'informazione
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Elisabetta Marino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 99

'Il viaggio di Roland' è un excursus storico-letterario che delinea l'evoluzione letteraria del personaggio "Roland" nelle varie epoche storiche. Si analizzano in particolare: il paladino della "Chanson de Roland" e l'episodio della morte; tre versi enigmatici del "King Lear" di Shakespeare sotto cui si celano due folktale scozzesi e danesi ricostruite dal folklorista Robert Jamieson; la poesia "Childe Roland to the Dark Tower Came" del poeta vittoriano Robert Browning, di cui si è effettuata una profonda analisi critico-letteraria stanza per stanza; la radioplay "The Dark Tower" dell'irlandese Louis MacNeice; i tratti principali di Roland Deschain, protagonista della saga "The Dark Tower" di Stephen King

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
IL VIAGGIO DI ROLAND TESI DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE – A.A. 2013/14 4 INTRODUZIONE Ogni viaggio, per definirsi tale, ha un punto di partenza e una meta da raggiungere. In questo viaggio letterario tra le epoche che ho tentato di tracciare, ho voluto osservare come la figura dell’Eroe Roland plasma la sua forma, la sua funzione e il suo messaggio morale a seconda dell’epoca in cui va a collocarsi. Da un evento storico trascurabile, in cui un conte di nome Hruodlandus a capo di una spedizione militare per conto di Carlo Magno perse la vita miseramente a Roncesvalles, nacque una delle opere più importanti nella storia della letteratura europea e della filologia romanza. Mi riferisco, ovviamente alla Chanson de Roland. La figura perfetta e impalpabile del paladino Roland è stata una prolifica fonte di ispirazione per i letterati dei secoli successivi. Si può dire che da esso si siano sviluppati due percorsi letterari, entrambi di rilevante importanza ed entrambi arrivati fino ai giorni nostri. Il primo, che potrei definire il ‘percorso italiano di Roland’, ha come tappe salienti tutte le rielaborazioni nostrane avvenute in epoca rinascimentale del cavaliere francese nella figura di Orlando. Luigi Pulci con il Morgante, Matteo Maria Boiardo con l’Orlando innamorato e Ludovico Ariosto con l’Orlando furioso ne sono i principali fautori, e dobbiamo a Italo Calvino il merito di aver riportato in auge nel ventesimo secolo tutta l’atmosfera fiabesca di questi poemi classici della Materia cavalleresca italiana. La sua ‘trilogia araldica’ I nostri antenati (di cui fanno parte i ben noti romanzi fiabeschi Il barone rampante, Il visconte dimezzato e Il cavaliere inesistente) è il punto di arrivo di questo primo percorso partito dalla Materia di Francia. Il secondo, sicuramente meno noto al pubblico e alla critica italiani, è ‘il percorso angloamericano di Roland’, ed è l’oggetto di questa tesi. Le ragioni storiche che hanno portato alla nascita della Chanson de Roland aprono il Capitolo 1 di questo scritto, con una analisi di quanto fosse importante per l’epoca un Eroe Cristiano come il paladino Roland. In particolare sono riportati brani del testo in riferimento alla morte di Roland, che sacrificò la sua vita per chiamare i soccorsi suonando l’olifante, elemento importante poiché il corno è un oggetto che ritorna in tutte le versioni dell’Eroe Roland. Come passo successivo si è cercato di svelare il mistero che si celava dietro tre enigmatici versi presenti nel King Lear di William Shakespeare, che facevano riferimento a un tale ‘Childe Roland’ che ‘to the Dark Tower came’. Una risposta che ci è stata data dal folklorista Robert Jamieson, che all’inizio del diciannovesimo secolo ricostruì, tra le innumerevoli delle sue raccolte, le

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

shakespeare
stephen king
eroe
torre
browning
roland
nera
dark tower
deschain
chanson

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi