Skip to content

Atti di autolesionismo in carcere - Indagine nella Casa Circondariale di Massa

Informazioni tesi

  Autore: Laura Crapanzano
  Tipo: Tesi di Master
Master in Criminologia, Scienze Investigative e della Sicurezza
Anno: 2013
Docente/Relatore: Danila Pescina
Istituito da: Università Telematica TEL.M.A.
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 34

Indagine svolta in agosto nel 2013 all'interno del carcere di Massa, per atti di autolesionismo, prendendo in considerazione, le varie tipologie di auolesionismo, le figure all'interno del carcere, i reclutati gli educatori, e gli agenti penitenziari, gli atrezzi utilizzati, e cosa si potrebbe fare per evitare determinate situazioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La vita è attraversata da un unico filo che tutto lega, (Confucio) Questa frase dice tanto e nulla, ma c’è tanta saggezza in poche parole, per me descrive il viaggio che ho fatto all’interno di una struttura e negli occhi degli uomini che vi dimorano. Oggi è una giornata torrida di un giorno di agosto, dove tutti vanno al mare a refrigerarsi nell’acqua, io mi trovo invece davanti ad un parcheggio tutto recintato con una grande struttura e una porta enorme in vetro, mi trovo nella Casa Circondariale di Massa, Ammetto che, non appena varcato il cancello del carcere, ho provato un po’ di soggezione al pensiero di entrare in un luogo che, di certo, non gode di una gran bella fama. Tuttavia non ho avuto paura, forse perché prevaleva in me la curiosità di vedere con i miei stessi occhi ciò di cui avevo soltanto sentito parlare alla televisione, o che avevo visto in qualche film. Pensandoci bene, chi non ha avuto un'esprerienza diretta con un carcere, come me e le persone che mi stanno attorno, in genere non affronta l’argomento, perché lo concepisce come una realtà lontana, totalmente al di fuori della sua quotidianità, e sì, una realtà brutta. Però le situazioni che la determinano, possono essere svariate, come per esempio quello che è successo nella citta dove lavoro, ci chiamano per un presunto investimento di pedone, e con la fuga dell’investitore, e dopo indagini che ci hanno coinvolto tutta la giornata, abbiamo scoperto che si trattava di un omicidio, un omicidio inusuale dettato dalla paura, nel caso specifico, un uomo all’uscita di un supermercato si ritrova con dei rumeni ubriachi che vogliono dei soldi, lui si prende paura entra in auto e fa la manovra, uno di questi gli sbarra la strada ed altri si avvicinano al veicolo, allora accelera e lo investe , nella caduta il rumeno sbatte la nuca e muore in ambulanza, l’investitore, rintracciato poco dopo, ci esprime la sua paura e leggiamo il terrore nei suoi occhi, non per l’arresto, ma per quello che gli potrebbero fare altri rumeni all’interno del carcere. 1 L’edificio dall’esterno non trasmetteva belle sensazioni. I volti dei carcerati, sono volti normalissimi. I loro passati sono difficili dove la droga, l’omicidio e altro hanno avuto il ruolo da protagonisti nella loro vita. Molti arrivano da luoghi lontani, altri dalla nostra città, alcuni 1 Fatto accaduto domenica 28 luglio 2013 a Massa e rilevato dalla mia squadra

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

carcere
educatori
autolesionismo
agenti penitenziari
carcere di massa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi