Skip to content

Il ruolo del discount in Italia durante la recessione: il caso Eurospin

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Mancinelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università per stranieri di Perugia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Francesca Ceccacci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

Si può affermare che il ruolo del discount nel presente consista nell'offrire soluzioni di primo prezzo (ad una qualità accettabile) ai clienti che presentano esigenze di semplicità e convenienza, target assai presente nello scenario attuale di recessione.
Eurospin rappresenta quindi una valida alternativa per tutte quelle persone che decidono ogni giorno di risparmiare, effettuando una spesa "intelligente" nel vero senso della parola: ovvero essi sacrificano in parte la certezza dell'origine dei prodotti, testando la loro bontà e la loro qualità ed, infine, divenendo consumatori fedeli al prodotto e all'insegna.
Sono gli stessi consumatori in definitiva che diventano giudici di questi prodotti di largo consumo, e non le pubblicità e il nome delle marche industriali più famose, le quali talvolta rappresentano più una scelta abitudinaria che una scelta adottata in termini di rapporto qualità/prezzo.
Le scelte dei consumatori sono molto soggettive soprattutto riguardo i beni alimentari e per tale motivo risulta difficile fare un'unica analisi sui prodotti Eurospin: dai numeri relativi alla quota di mercato, dai risultati di bilancio e fino ad arrivare alla forte presenza di clienti nei punti vendita del discount, si può in generale affermare il grande successo che questo abbia avuto e stia avendo tuttora. Questo è dovuto, in prima analisi, alle strategie che il gruppo adotta, ma anche alla politica di abbattimento del costo che coinvolge ogni campo: il personale, l'approvvigionamento, il rifornimento, la comunicazione e la pubblicità. La passata sfida del discount è stata quella di vincere lo scetticismo del consumatore italiano, affermando una formula distributiva che all'estero è già in fase di maturità; ma la sfida più dura che il discount si troverà ad affrontare nel futuro potrebbe quindi consistere nel confermarsi come discount leader in Italia, reggendo alla crescita di altri colossi come Lidl e alle possibili invasioni territoriali del tedesco Aldi, e nel riuscire ad attirare costantemente clienti che, passato il periodo di recessione, potrebbero nuovamente cambiare esigenze e abitudini di consumo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione “La crisi può essere una vera benedizione per ogni persona e per ogni nazione, perchè è proprio la crisi a portare al progresso. La creatività nasce dall’ angoscia, come il giorno nasce dalla notte oscura. È dalla crisi che nasce l’ inventiva, le scoperte e le grandi strategie” (A. Einstein, Come io vedo il mondo, 1934). I motivi che mi hanno portato a redarre una tesi riguardante il ruolo di quello specifico canale che è il Discount sono riconducibili ad un’ unica radice: la pura e semplice curiosità di uno studente che guarda il mondo con gli occhi di una recessione che sta attanagliando il nostro paese, come molti altri. Essendo esponente di una famiglia composta da 7 persone, frequentando abitualmente il punto vendita della suddetta catena, e guardando alcuni dati, mi sono sorte alcune domande: “Perché un così grande segmento di clientela sceglie un discount? Questa scelta dipende effettivamente da un minor reddito? Quali sono le strategie che riescono ad attrarre i consumatori? Ne risentono i prezzi e la qualità dei prodotti?”. Questa tesi si propone alcuni obiettivi: l’ analisi delle conseguenze della crisi economica sulla spesa degli italiani, con un occhio particolare alla situazione umbra, e verso il mondo dei discount, dei loro segreti, dei conflitti esistenti tra formati distributivi e delle strategie adottate, in particolare, dall’ hard discounter Eurospin in Italia. Lo scritto è stato elaborato, in molte sue parti, tenendo in considerazione statistiche, tavole e serie storiche il più possibile aggiornate (corredate da apposita fonte), vista la loro necessaria importanza ai fini della stesura. La tesi è organizzata nel modo seguente: Il primo capitolo vuole fornire una breve trattazione sulle influenze della crisi sulla spesa degli italiani riguardante generi alimentari, sui conflitti tra diversi formati distributivi e una presentazione del discount Eurospin. Il secondo capitolo riguarda le tre ramificazioni delle strategie dell’ azienda: le scelte distributive, il rapporto con i fornitori (“co-packer”) e gli obiettivi comunicativi. Il terzo capitolo, infine, evidenzia in modo riassuntivo dei dati relativi ai costi, al fatturato ed alcuni indici in modo tale da confermare i vantaggi competitivi e descrivere brevemente lo stato attuale dell’ azienda.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi