Skip to content

Crisi d’azienda e Innovazione: il caso Graziella Holding Spa

Informazioni tesi

  Autore: Carla D'alterio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Francesco Napoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

Dal 2008 a oggi, le attività in tutto il mondo si ritrovano a dover fronteggiare una grave recessione economica, legata all’instabilità politica e alla crescita del debito pubblico in rapporto al Pil, che ha causato il fallimento e la cessazione di molte attività, permettendoci di analizzare il comportamento degli stakeholder e l’evolversi del declino di grandi e piccole aziende che occupano vari settori.
Le imprese sono organismi in continua evoluzione, inserite in un ambiente complesso e la crisi può derivare da una pluralità di cause che derivano sia da problematiche esterne che interne difficilmente controllabili, in quanto per gestire il mercato bisognerebbe avere piena conoscenza dei concorrenti, dei fornitori e dei bisogni dei clienti, cosa pressoché impossibile a causa dell’asimmetria informativa che caratterizza i mercati reali.
In ogni caso, per l’individuazione tempestiva delle situazioni di declino, è necessario avere un valido sistema di reporting periodico e di controllo strategico al fine di poter valutare l’efficienza della struttura aziendale e saper interpretare gli indicatori di bilancio come primi sintomi dell’insorgere della crisi dell’impresa.
Il management in base ai segnali negativi recepiti, deve tempestivamente riconoscere le difficoltà, pianificare un progetto di risanamento che assicuri la continuità aziendale in un futuro prevedibile, e formulare strategie d’innovazione per garantire la redditività dei prodotti e l’equilibro nel lungo periodo. Proprio da questo insieme di considerazioni discende il contenuto del seguente lavoro.
La prima parte è dedicata alla descrizione del declino come fase iniziale, in quanto secondo diversi autori, che si sono occupati della materia,il percorso che porta l’impresa ad una crisi ha natura strutturale e si divide in stadi di progressiva intensità fino a giungere, se non vi si dedica un intervento adeguato, alla distruzione del valore d’impresa. Dopo aver specificato cosa si intende per crisi e per declino d’impresa il secondo paragrafo si focalizza sulle diverse tipologie di crisi quali, crisi da sovrapproduzione, da decadimento del prodotto, da squilibrio finanziario e da crescita eccessiva mentre le cause che generano una situazione patologica sono da riscontrarsi o in un inefficiente gestione delle funzioni aziendali da parte del management o da fattori esterni provenienti dal settore, dalla cultura o da eventi catastrofici difficilmente controllabili. In seguito si spiega come i modelli intuitivi, dell’analisi per indici e i modelli previsionali posso essere di ausilio al vertice aziendale per riconoscere lo stato di avanzamento della crisi ed intervenire su essa con tempestività. Nel secondo capitolo, l’analisi è concentrata sulla risoluzione della crisi attraverso lo strumento del turnaround, se essa risulta reversibile, e delle procedure concorsuali, se è irreversibile.
Il processo di turnaround è composto da un piano di risanamento elaborato con precisione dal management e da tutti i portatori di interesse verso l’impresa al fine di poter riavviare l’attività produttiva e di creazione del valore, senza dover incorrere nella lunghe procedure burocratiche ed evitando di sostenere i costi elevati delle procedure concorsuali.
Una volta risanata l’attività d’impresa, il management deve assicurarsi la prosecuzione, nel lungo periodo, della stessa cercando di contrastare la concorrenza attraverso il processo d’innovazione. Il terzo capitolo si focalizza sulle teorie che hanno portato a considerare l’innovazione come un processo capace di creare di vantaggio che, nonostante la crisi di questo periodo, nasce dalla creazione dell’imprenditore con lo scopo di diffondere nel mercato un prodotto unico, ma che a causa dell’imitazione creerà solamente un profitto temporaneo.
L’obiettivo è quello di proporre un approccio che meglio consenta di riflettere le conseguenze di una situazione di crisi e l’importanza del processo d’innovazione per garantire la sopravvivenza delle stessa, anche attraverso l’analisi del caso dell’azienda Graziella Holding Spa, società divenuta leader nel settore dei gioielli che, grazie alla capacità innovative del presidente Giovanni Battista Gori, ha quadruplicato il fatturato le quote dell’azienda.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Dal 2008 a oggi, le attività in tutto il mondo si ritrovano a dover fronteggiare una grave recessione economica, legata all’instabilità politica e alla crescita del debito pubblico in rapporto al Pil, che ha causato il fallimento e la cessazione di molte attività, permettendoci di analizzare il comportamento degli stakeholder e l’evolversi del declino di grandi e piccole aziende che occupano vari settori. Le imprese sono organismi in continua evoluzione, inserite in un ambiente complesso e la crisi può derivare da una pluralità di cause che derivano sia da problematiche esterne che interne difficilmente controllabili, in quanto per gestire il mercato bisognerebbe avere piena conoscenza dei concorrenti, dei fornitori e dei bisogni dei clienti, cosa pressoché impossibile a causa dell’asimmetria informativa che caratterizza i mercati reali. In ogni caso, per l’individuazione tempestiva delle situazioni di declino, è necessario avere un valido sistema di reporting periodico e di controllo strategico al fine di poter valutare l’efficienza della struttura aziendale e saper interpretare gli indicatori di bilancio come primi sintomi dell’insorgere della crisi dell’impresa. Il management in base ai segnali negativi recepiti, deve tempestivamente riconoscere le difficoltà, pianificare un progetto di risanamento che assicuri la continuità aziendale in un futuro prevedibile, e formulare strategie d’innovazione per garantire la redditività dei prodotti e l’equilibro nel lungo periodo. Proprio da questo insieme di considerazioni discende il contenuto del seguente lavoro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

risanamento
procedure concorsuali
crisi aziendale
indici bilancio
turnover

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi