Skip to content

Le collaborazioni fra Luciano Berio e Italo Calvino: i libretti d'opera

Informazioni tesi

  Autore: Cinzia Mela
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Arnaldo Picchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 204

Le collaborazioni fra Luciano Berio e Italo Calvino: i libretti d'opera.
Nonostante le difficoltà incontrate negli anni, la collaborazione fra Berio e Calvino, durata alla luce degli spettacoli analizzati circa tre decenni, assume ai miei occhi l’andamento armonico di una sinosoide.
Berio e Calvino, insieme ed allo stesso tempo diversi, ognuno alle prese con le prorie passioni ed i propri fantasmi. Musicista e scrittore, legati ma autonomi, affiancati ma in contrasto. Il loro rapporto ha dunque profondi punti d’intesa, non strettamente legati alla volontà di affrontare gli stessi argomenti sociali, politici o gli stessi temi narrativi, ma che emergono chiaramrente dalla loro ultima collaborazione, curiosamente la meno scorrevole nelle sue tappe creative: entrambi intendono l’opera come metafora di se stessa.
Ripercorrendo la tradizione musicale l’uno, la letteraria l’altro, verificano le proprie radici ed appartenenze culturali, trovando un difficile punto di dialogo, lasciando trasparire la grande forza della capacità di comunicazione ed allo stesso tempo la sua complessità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE In questa dissertazione mi propongo di analizzare gli allestimenti scenici frutto della collaborazione di Luciano Berio 1 ed Italo Calvino 2 . Oggetto di analisi specifica della dissertazione saranno: il libretto dei lavori interessati con chiara ricerca delle fonti e delle contaminazioni subite dai testi in riferimento alle origini, alle differenti ispirazioni da cui gli autori hanno attinto i diversi argomenti; gli intrecci dei suddetti testi dalle origini sino alla stesura ultima ed alla pubblica rappresentazione; alle problematiche venutesi a creare durante la lavorazione e la stesura dei libretti, prendendo in esame gli eventuali accordi e/o disaccordi tra le varie versioni; il rapporto tra musica e testo con particolar riguardo alla stretta alternanza o predominanza dei linguaggi, al loro intreccio in scrittura, presentazione finale ed allestimento scenico; la regia degli allestimenti, affrontata nella sua iconografia, nella critica degli allestimenti, grazie al materiale di cui sono in possesso, per giungere ad un raffronto fra i personaggi delle opere e le loro caratteristiche, aspirando al significato ultimo dei lavori; 1 Luciano BERIO (1925-2003) nacque ad Oneglia (Imperia) nel 1925. Iniziò gli studi col padre proseguendoli poi al conservatorio di Milano sotto la guida di Paribeni e Ghedini. Nel 1954 fondò con Bruno Maderna lo Studio di Fonologia della Rai di Milano, che diresse sino al 1960. Nel 1956 fondò la rivista «Incontri Musicali». Ha svolto una intensa attività di insegnante negli Stati Uniti e in Europa, tenendo corsi di composizione a Tanglewood (1960); alla Summer School di Dartlington (1961); al Mills College di Oakland (1962- 1963); a Darmstadt, a Colonia, alla Harvard University e alla Juiliard School of Music di New York. Dal 1974 al 1979 collaborò con l’Ircam di Parigi. Nel 1980 la City University di Londra gli conferì la laurea Honoris Causa. Ha diretto le più iportanti formazioni orchestrali negli stati Uniti e in Europa. 2 Italo CALVINO (1923-1985) nato a Santiago di Las Vegas, Cuba, da famiglia sanremese, trascorse l’infanzia e la giovinezza a Sanremo (IM). Durante la guerra partecipò alla resistenza. In seguito si stabilì a Torino, dove lavorò presso la Casa Editrice Einaudi con Cesare Pavese, che insieme a Elio Vittorini incoraggiò le sue prime prove di scrittore. Nel 1972 gli è stato conferito dall’Accademia dei Lincei il Premio Feltrinelli per la letteratura. Nel 1977 iniziò il lavoro al libretto de La Vera Storia di Luciano Berio. Dal 1979 visse tra Parigi e Roma. Svolse attività di consulenza editoriale per la Casa Einaudi; ha collaborato a riviste e quotidiani, tra cui «La Repubblica».

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi