Skip to content

Le canzoni nei classici Disney: Analisi comparativa delle versioni originali e italiane

Informazioni tesi

  Autore: Luca Gilberto Villani
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale (LM38)
  Relatore: Elena Di Giovanni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 187

L'obiettivo che si propone il presente elaborato è la valutazione dei cambiamenti semantici, lessicali e sintattici subiti da parte dei testi delle canzoni dei film d'animazione Disney all'atto della loro trasposizione dalla lingua originale (inglese) alla lingua italiana.
All'interno delle produzioni disneyane, la musica ha da sempre rivestito un ruolo di primo piano ed è possibile affermare che, da parte dei Walt Disney Studios, vi è stato, nel corso dei decenni, un progressivo affinamento delle tecniche di animazione, reso possibile in buona parte dal contributo che la colonna sonora ha dato alla resa del ritmo di narrazione, così come alla caratterizzazione dei personaggi e alla creazione dell'atmosfera in cui le scene sono state ambientate. Tra l'altro, Walt Disney è stato un pioniere sotto questo punto di vista ed è da attribuire a lui ed ai suoi collaboratori il merito per aver introdotto il suono sincronizzato all'interno dei cortometraggi animati. Allo stesso modo, gli va riconosciuto il merito per la scelta di utilizzare, all'intero dei suoi cartoni, colonne sonore create ad hoc e non rifacimenti di brani della musica classica, come ad esempio è stato per lungo tempo per i cartoni della Warner Brothers. Walt Disney, grazie a cospicui investimenti sulle colonne sonore delle sue produzioni, è riuscito a conferire dignità all'animazione, estendendo la sua forma oltre quella iniziale dei cortometraggi (in bianco e nero prima e poi a colori), passando dal muto al sonoro, dal sonoro al sonoro sincronizzato, applicato successivamente anche ai lungometraggi animati, molto ambiziosi per l'epoca. I Classici Disney possono essere considerati la punta di diamante dell'intera produzione Disney ed è proprio in questi che è possibile constatare la varietà delle influenze e dei generi musicali impiegati, i quali vanno ben oltre i confini della musica pop statunitense.
Considerando il ruolo fondamentale rivestito dalla colonna sonora all'interno di un film, in particolar modo se si tratta di un film d'animazione ispirato al genere musical come buona parte dei Classici Disney, ci si interrogherà sulle motivazioni alla base della trasposizione delle loro colonne sonore in lingue diverse dall'originale. Ci si domanderà, inoltre, quali strategie traduttive adottare per il transfer linguistico-culturale di un testo multimodale come, appunto, il testo di una canzone.
Verranno analizzate le strategie traduttive e i criteri tecnici alla base di questo processo (in particolare il Pentathlon Principle di Low, 2005). Per far luce sulle caratteristiche dei film d'animazione Disney e sul ruolo di musica e canzoni al loro interno, sarà ripercorsa, sotto un'ottica volta a enfatizzare questo ultimo aspetto, la storia delle produzioni animate dei Walt Disney Studios dagli inizi ai giorni nostri.
Sulla base di tali informazioni e degli strumenti teorici reperiti, si procederà ad un'analisi comparativa, da un punto di vista tecnico, della trasposizione in lingua italiana delle versioni originali di alcuni celebri brani Disney presi ad esempio.
Ci si dedicherà, infine, ad una comparazione, da un punto di vista linguistico, delle versioni in lingua originale e in lingua italiana dei brani della colonna sonora di un recente film d'animazione Disney, The Princess and the Frog (2009).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione L’obiettivo che si propone il presente elaborato è la valutazione dei cambiamenti semantici, lessicali e sintattici subiti da parte dei testi delle canzoni dei film d’animazione Disney all’atto della loro trasposizione dalla lingua originale (inglese) alla lingua italiana. All’interno delle produzioni disneyane, la musica ha da sempre rivestito un ruolo di primo piano ed è possibile affermare che, da parte dei Walt Disney Studios, vi è stato, nel corso dei decenni, un progressivo affinamento delle tecniche di animazione, reso possibile in buona parte dal contributo che la colonna sonora ha dato alla resa del ritmo di narrazione, così come alla caratterizzazione dei personaggi e alla creazione dell’atmosfera in cui le scene sono state ambientate. Tra l’altro, Walt Disney è stato un pioniere sotto questo punto di vista ed è da attribuire a lui ed ai suoi collaboratori il merito per aver introdotto il suono sincronizzato all’interno dei cortometraggi animati. Allo stesso modo, gli va riconosciuto il merito per la scelta di utilizzare, all’intero dei suoi cartoni, colonne sonore create ad hoc e non rifacimenti di brani della musica classica, come ad esempio è stato per lungo tempo per i cartoni della Warner Brothers. Walt Disney, grazie a cospicui investimenti sulle colonne sonore delle sue produzioni, è riuscito a conferire dignità all’animazione, estendendo la sua forma oltre quella iniziale dei cortometraggi (in bianco e nero prima e poi a colori), passando dal muto al sonoro, dal sonoro al sonoro sincronizzato, applicato successivamente anche ai lungometraggi animati, molto ambiziosi per l’epoca. I Classici Disney possono essere considerati la punta di diamante dell’intera produzione Disney ed è proprio in questi che è possibile constatare la varietà delle influenze e dei generi musicali impiegati, i quali vanno ben oltre i confini della musica pop statunitense.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione
colonna sonora
canzoni
adattamento
disney
doppiaggio
riscrittura
la principessa e il ranocchio
the princess and the frog
versione ritmica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi