Pubblicità e comunicazione nella moda: il caso Ray-Ban

L’oggetto di questa tesi è la più importante marca di ottica del mondo, Ray-Ban.
Luxottica, l’azienda che l’ha rilanciata sul mercato dopo una fase di decadenza, considera la moda come un sistema comunicativo e insieme uno strumento di espressione dell’individuo all’interno della società.
La moda si realizza e si esprime attraverso i suoi linguaggi canonici: fotografia, stampa, video e social media. L’obiettivo di questo lavoro è, pertanto, quello di osservare come il marchio Ray-Ban si è reso protagonista della propria attività comunicativa. Il primo passo è quello di fornire, nel primo capitolo, una panoramica iniziale sul mondo dell’ottica e su quelle caratteristiche che andranno a definirne la comunicazione. Nel corso del secondo capitolo ci si concentra proprio sull’evoluzione dell’attività comunicativa di Ray-Ban negli anni.
Infine, prendendo in considerazione i media utilizzati, nel terzo capitolo si cerca di passare in rassegna e analizzare le pubblicità Ray-Ban e le dinamiche che fin dall’inizio hanno reso e rendono attualmente il cliente protagonista attivo di esse.

Mostra/Nascondi contenuto.
9     INTRODUZIONE L’idea di elaborare una tesi sull’argomento in questione nasce nell’ambito del corso di laurea stesso, da una consapevolezza sempre maggiore riguardo alle potenzialità della comunicazione, soprattutto nel settore della moda e in una società sempre più legata alle immagini, ai simboli, alle apparenze. La moda è un fenomeno che abbraccia un campo molto più ampio dell’abbigliamento, poiché diventa un vero e proprio modo di vivere, di pensare, di rappresentare se stessi. Attraverso di essa gli individui possono comunicare tra di loro, pur mantenendo la propria identità sociale. Chi si occupa di comunicare in tale ambito deve essere un abile seduttore. La seduzione ne è il fulcro stesso, mentre rappresenta nel contempo una delle più importanti forme di comunicazione. Moda e comunicazione, quindi, intesi come binomio inscindibile e interdipendente. La prima è di per se stessa un mezzo di comunicazione accattivante e la seconda, invece, detta le relative regole. I due elementi si alimentano a vicenda. La citazione che segue esemplifica il concetto appena esposto. “La moda non è più passatempo (soprattutto femminile) o attività di complemento alle più importanti sfere della cultura e dell’economia, la moda emerge nel secondo Novecento

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Stefano Mambelli Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1183 click dal 18/05/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.