Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti psicologici nel trattamento del disabile

Solo da alcuni anni ci si stà occupando concretamente della disabilità e più precisamente delle difficoltà che le persone diversamente abili, giorno per giorno, devono affrontare.
Bisogna però fare una distinzione fra le varie forme di disabilità, poiché differenti sono gli interventi da attuare.
L’integrazione sociale è indispensabile per il diversamente abile e l’arricchimento che esso apporta alla società.
Molti sono stati gli studiosi e molteplici gli interventi per trovare una soluzione al disagio di varia natura dell’handicap.
Indispensabile è considerare il disabile nel suo ambiente familiare e relazionale per facilitare gli interventi riabilitativi e di integrazione.
Ogni persona disabile ha una propria identità e personalità ed è per questo che non si può stabilire con tutti lo stesso tipo di appoccio.
Il lavoro svolto in questa tesi si raggruppa in tre parti: la prima parte è teorica, la seconda parte è applicativa, la terza parte è esperienziale

Quando si parla di disabilita’ non si dovrebbe mai trascurare l’aspetto psico-riabilitativo.
Spesso si associa la disabilita’ all’aspetto di menomazione-fisica, tralasciando la disabilita’ mentale.
I soggetti con handicap hanno bisogno di comunicare le loro emozioni, le loro frustazioni, come i normodotati, solo necessitano di spazi e metodi idonei.
I benefici che, queste terapie riabilitative, generano, sono evidenti: il senso di rilassamento, l’aumento dell’autostima, la gratificazione sociale.
A differenza dell’attività fisioterapica, che coinvolge solo l’attività motoria, queste terapie coinvolgono le funzioni cognitive, delle funzioni percettive, emotive e dell’attenzione, con la conseguente coordinazione motoria.
Tali attività vengono svolte in ambienti confortevoli con approcci ludici per renderle gradevoli. I benefici sono principalmente nell’autostima, nella relazione e nell’integrazione sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Solo da alcuni anni ci si stà occupando concretamente della disabilità e più precisamente delle difficoltà che le persone diversamente abili, giorno per giorno, devono affrontare. Bisogna però fare una distinzione fra le varie forme di disabilità, poiché differenti sono gli interventi da attuare. L’integrazione sociale è indispensabile per il diversamente abile e l’arricchimento che esso apporta alla società. Molti sono stati gli studiosi e molteplici gli interventi per trovare una soluzione al disagio di varia natura dell’handicap. Indispensabile è considerare il disabile nel suo ambiente familiare e r elazionale per facilitare gli interventi riabilitativi e di integrazione. Ogni persona disabile ha una propria identità e personalità ed è per questo che non si può stabilire con tutti lo stesso tipo di appoccio. Il lavoro svolto in questa tesi si raggruppa in tre parti: la prima parte è teorica, la seconda parte è applicativa, la terza parte è esperienziale 2

Laurea liv.I

Facoltà: Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale

Autore: Anna Lamberti Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 928 click dal 06/05/2015.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.