Skip to content

Il diritto di asilo: evoluzione ed applicazione della tutela in Italia e all'Interno dell'Unione Europea

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Colomba
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza
  Relatore: Maria Elena De Maestri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

L’istituto dell’asilo ha radici molto profonde e risalenti nel tempo: si potrebbe affermare, senza correre il rischio di esagerare, che si tratti di un concetto connaturato all’essere umano, in virtù della sua indole ancestrale al movimento per la quale si può parlare sin dall’antichità di "homo migrans".
L’argomento è tuttavia di assoluta attualità e coinvolge in primo piano l’Italia, con conseguenti dibattiti ed un’estrema attenzione da parte dei media al drammatico fenomeno dei rifugiati e richiedenti asilo.
La mia tesi analizzerà l’istituto dell’asilo seguendo tre direttrici: 1) il diritto d’asilo dall’antichità sino al dopoguerra del secondo conflitto mondiale; 2) la nascita e l’evoluzione di una politica europea in materia di immigrazione e asilo;
3) il diritto di asilo in Italia e la conseguente normativa in materia.
Nel I capitolo mi soffermerò sull’analisi storica e giuridica dell’istituto, concentrandomi in particolar modo sulla configurazione che l’asilo ha assunto nel mondo greco – romano e in epoca medioevale, per arrivare sino ai primi sviluppi della normativa internazionale relativa all’asilo.
Nel II capitolo affronterò la creazione e lo sviluppo di una politica europea riguardante il diritto d’asilo, soffermandomi sul tentativo, non ancora ultimato, di creare una disciplina comune valida in tutti gli Stati dell’Unione Europea.
Nel III passerò invece all’analisi dell’asilo in Italia, partendo dalla Costituzione repubblicana per giungere sino alle più recenti evoluzioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE L’argomento che mi accingo a trattare è di assoluta attualità e coinvolge in primo l’Italia, con conseguenti dibattiti ed un’estrema attenzione da parte dei media al drammatico fenomeno dei rifugiati e richiedenti asilo. Le statistiche pubblicate dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati indicano che, alla fine dell’anno 2013, nel mondo sono state 51.2 milioni le persone costrette a fuggire dalle proprie terre a causa di guerre, persecuzioni, epidemie o comunque perché gli era resa possibile qualsiasi forma di sopravvivenza 1 . Di questi 51 milioni di persone sono 398.200 coloro che hanno inoltrato domanda d’asilo all’interno di uno dei 28 paesi dell’Unione Europea, con un incremento del 32% rispetto al 2012 2 . Il fenomeno dell’esodo e dell’asilo ha da sempre tristemente caratterizzato la storia dell’umanità, ma questi numeri evidenziano come questi fatti abbiano assunto una portata di dimensioni gigantesche, situazione aggravatesi ancor di più in seguito allo scoppio di focolai di guerra in Africa Centrale e Medio Oriente, al punto che Papa Francesco ha recentemente affermato: "Siamo già entrati nella Terza guerra mondiale, solo che si combatte a pezzetti, a capitoli" 3 . 1 Per approfondimenti vedi il rapporto statistico annuale Global trends 2013, svolto dall’UNCHR e rintracciabile all’indirizzo: http://www.unhcr.org/5399a14f9.html#_ga=1.148151985.7091253.1415266586 2 Vedi il rapporto Asylum Levels and Trends in Industrialized Countries 2013, messo a disposizione dall’UNCHR all’indirizzo: http://www.unhcr.org/5329b15a9.html#_ga=1.201094440.7091253.1415266586 3 Dal discorso tenuto da Papa Francesco il 18 agosto 2014 durante il volo di ritorno della Corea, reperibile on-line al link: http://www.repubblica.it/esteri/2014/08/18/news/papa_francesco_terza_guerra_mondiale_kurdistan- 94038973/

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

unione europea
diritti umani
immigrazione
rifugiati
asilo
status di rifugiato
regolamento dublino
diritto d'asilo
politica migratoria
mare nostrum

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi