Skip to content

L'analisi tipologica: una riflessione sull'organizzazione della lingua attraverso la comparazione interlinguistica.

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Borri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Interpretariato e Comunicazione
  Corso: Mediazione Linguistica
  Relatore: LucaPanieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 63

Questa tesi di laurea nasce da una profonda curiosità della lingua e mira a dimostrare, attraverso l'uso di dati empirici, metodo che caratterizza la Tipologia Linguistica, che, forse, per quanto all'apparenza le lingue nel mondo possano sembrare tanto diverse, esista un filo conduttore che le unisca; una struttura vera e propria, mutata nel tempo, ma ancora rintracciabile in tutte le lingue del mondo.
Nonostante i temi siano attuali e ancora oggetto di ferventi dibattiti, vedremo come il concetto di "scalarità" del verbo transitivo, elaborato solo recentemente, permetterà di fare chiarezza su alcuni di essi.
Attraverso la comparazione di lingue aborigene, sarà infatti possibile notare come esse dimostrino una sensibilità particolare alla semantica del verbo, tale da riflettersi anche sul soggetto, dimostrando che la sua classica definizione come "colui che compie o subisce un'azione" sia alquanto limitata, poiché non considera la volontarietà di questo nel compierla.
Ma sarà possibile notare anche come tale sensibilità esistesse nelle lingue classiche e che, gli stessi elementi sono riscontrabili ancora attualmente in tutte le lingue, portando quindi, sempre attraverso l'analisi della struttura e la comparazione di lingue attestate, alla teoria secondo cui la protolingua potesse essere una lingua attivo-stativa.
È quindi proprio la "scalarità" il fil rouge di questa dissertazione, concetto che si dimostrerà un interessante ago della bilancia per capire meglio, non solo la nostra lingua, ma anche tutte le altre lingue del mondo, e i legami che intercorrono fra di esse.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Una riflessione sulla tipologia linguistica non può nascere senza aver prima analizzato le teorie di Joseph Greenberg degli anni Sessanta e il loro impatto sulla linguistica, il cui studio si apre verso nuovi orizzonti e mira a trovare una ratio della lingua. Lo studioso elabora le sue teorie partendo dall’analisi degli studi effettuati da Edward Sapir all’inizio del Novecento, il quale però non spiega con chiarezza il metodo attraverso il quale è riuscito a sviluppare tali idee e a effettuare una classificazione delle lingue in agglutinanti, flessive, polisintetiche, isolanti. Affascinato dagli studi di Sapir, Greenberg decide così di formulare una nuova classificazione delle lingue, ma questa volta basata sull’applicazione di un metodo empirico, più scientifico, basato sull’analisi di un campione di lingue. Nonostante inizialmente le teorie greenberghiane siano state guardate con un certo sospetto, soprattutto per la comparazione molto vasta delle lingue da lui prese in esame, in un secondo tempo sono state riconosciute dalla linguistica per le grandi novità che hanno saputo apportare alla disciplina. La tipologia studia infatti le lingue in un’ottica interlinguistica, cercando somiglianze, ma soprattutto differenze fra le lingue del mondo, a prescindere dal fatto che esse siano moderne o antiche, facendo sempre ricorso a dati empirici e non a mere analisi teoriche. Ciò fa sì che la comparazione delle lingue, indirizzata alla comprensione della loro struttura intrinseca, abbia un valore scientifico e non sia solo un puro ragionamento astratto. È ovvio che rinvenire attestazioni di tutte le lingue del mondo sia un’utopia, ma gli studi tipologici sono in continuo fermento e continuano a fornire sempre più materiale sul quale poter riflettere. Così, le teorie secondo le quali sarebbe possibile trovare una struttura soggiacente a tutte le lingue del mondo che le accomunerebbe, anche se appartenenti a famiglie genetiche diverse, non fanno che diffondersi ed essere al centro di numerosi dibattiti. Un’analisi sulle lingue

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

linguistica
lingua
tipologia
indoeuropeo
struttura
comparazione
protolingua
sistema di casi
lingue del mondo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi