Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Inquinamento acustico e stress: il ruolo dell’infermiere di comunità nella promozione della salute e nella prevenzione delle complicanze correlate al disturbo del sonno associato ad annoyance notturno

Il presente lavoro ha avuto lo scopo di approfondire un argomento relativo alla prevenzione e alla promozione della salute da parte dell'infermiere: l'ambiente acustico. In tal senso si è descritto il modo in cui il nostro organismo percepisce il suono e quindi anche l'annoyance (cioè il disturbo derivante dal suono); in particolar modo è stato analizzato come un ambiente acustico sfavorevole possa influenzare la qualità del sonno. Noi tutti sappiamo che il sonno è una parte fondamentale della nostra vita, praticamente passiamo metà, se non di più, del nostro tempo dormendo! Cosa succede se il nostro sonno non è dei migliori a causa del rumore?

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I Introduzione “Per disturbi d'insonnia muore qui la maggior parte di noi (…) d'altra parte, quale casa d'affitto permette di dormire? Cifre da capogiro costa in questa città un buon sonno! Il transito dei carri nella rete tortuosa delle strade e lo strepito delle mandrie asserragliate, che strapperebbero il sonno anche a Druso o ai vitelli marini: fa capo a tutto ciò la malattia” Giovenale, Satira III Già nel primo secolo Dopo Cristo Giovenale lamentava le pessime condizioni ambientali di Roma, sottolineando in particolare come il rumore presente nella Capitale peggiorasse la qualità di vita e del riposo e causasse malattia. Oggi, il concetto di salute moderno si discosta completamente dalla semplice assenza di malattia; esso si può ben comprendere analizzando le due definizioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): la salute “è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non consiste nella semplice assenza di infermità” 1 e si “riconosce il godimento del miglior stato di la salute come uno dei diritti fondamentali di ogni essere umano” 2 . A questa definizione viene associata quella di “salute mentale” : “stato di benessere emotivo e psicologico nel quale l'individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive o emozionali, esercitare la propria funzione all'interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell'ambiente, adattarsi alle condizioni esterne e ai conflitti interni” 3 . Da ciò si evince come la stessa OMS ha indicato che uno stato di buona salute e di benessere richiede un ambiente armonioso in cui viene attribuito il dovuto peso a fattori fisici, fisiologici, sociali ed estetici; l’ambiente dovrebbe quindi costituire

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Paola Fiori Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 909 click dal 01/06/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.