Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La teologia della creazione nel libro della Genesi

La creazione nella Torah.
Nella Torah hanno origine temi come il coinvolgimento personale di Dio con gli esseri umani, la sovranità di Dio, il potere di Dio, il Suo dare principi morali e la Sua volontà nel perdonare l’uomo errante; qui emerge il fatto che Dio è il solo creatore, anzi, la sola divinità: tutte le conseguenti dottrine scaturiscono da queste verità e sono tutte fondate sul principio che il Signore sia il creatore. Queste verità devono essere accolte e processate attraverso la ragione umana, ma, alla fine, esclusivamente la fede permette di accettarle come vere.

Mostra/Nascondi contenuto.
La creazione nella Torah. Nella Torah hanno origine temi come il coinvolgimento personale di Dio con gli esseri umani, la sovranità di Dio, il potere di Dio, il Suo dare principi morali e la Sua volontà nel perdonare l’uomo errante; qui emerge il fatto che Dio è il solo creatore, anzi, la sola divinità: tutte le conseguenti dottrine scaturiscono da queste verità e sono tutte fondate sul principio che il Signore sia il creatore. Queste verità devono essere accolte e processate attraverso la ragione umana, ma, alla fine, esclusivamente la fede permette di accettarle come vere. La chiesa ha ammesso da lungo tempo che la creazione è il fondamento della fede: proprio basandosi su Genesi 1-2, il Credo degli Apostoli e il Credo di Nicene hanno indicato che a capo di ogni teologia biblica vi sia il principio che il Dio vivente sia il creatore di cielo e terra e di tutte le cose visibili e invisibili. Carl Henry asserisce “La questione sulla somma fonte dell’universo porta l’esperienza umana e il ragionamento a uno stallo che solo la rivelazione dall’esterno o dall’alto può superare.” 1 Aggiunge che la creazione richiede un atto di fede da parte dei lettori della Bibbia. 2 Similarmente, Karl Barth sostiene che la dottrina della creazione, nondimeno che il restante contenuto della confessione Cristiana, è una questione di fede che dev’essere creduta da coloro che confidano nella rivelazione di Dio. 3 _________________________ 1 CARL F. H . HENRY, God, Revelation and Authority: Volume 4, Waco, TX: Word, 1979, p. 108. 2 Ibided 3 KARL B ARTH, Church Dogmatics, III/1: The doctrine of creation, T. and T. Clark, Edinburgh 1958, p. 3. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Teologia

Autore: Massimo Morandi Contatta »

Composta da 21 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 625 click dal 28/05/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.