Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'istopatologia della Tungiasi

Negli ultimi venti anni nel mondo si è assistito ad un incremento degli spostamenti delle popolazioni sia da parte di persone in cerca di lavoro (solitamente dai paesi più poveri verso i paesi più ricchi), sia da parte di turisti verso i cosiddetti paesi esotici (3).
Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla facilità con cui ci si può spostare con gli attuali mezzi di trasporto in ogni parte del mondo.
Di conseguenza anche la medicina e, per quanto ci riguarda la dermatologia, ha dovuto fare i conti con malattie che nel nostro paese era praticamente impossibile vedere se non solamente su libri di testo.
Di fatto in turisti e/o lavoratori occidentali al ritorno da paesi tropicali si sono potute osservare malattie mai viste prima così come in persone indigene emigrate dagli stessi paesi. A ciò, per complicare il tutto, bisogna aggiungere il fatto fondamentale che una stessa patologia in pazienti di etnia diversa può spesso manifestarsi in modalità cliniche assai differenti
(Sindrome di Salgari II come definita dal Prof. Stefano Veraldi).
Tutto ciò ha portato alla nascita di una branca specifica della dermatologia definita prima dermatologia di importanzione, quindi dermatologia delle migrazioni e, da ultimo, termine molto più corretto, dermatologia delle popolazioni mobili.
Di conseguenza, presso la clinica dermatologica di via Pace a Milano nel 1988 è stato aperto uno specifico ambulatorio per la diagnosi e la cura di malattie infettive, parassitarie e tropicali.
La tungiasi, infestazione provocata dalla penetrazione nella cute dell'ospite umano (od anche animale) della femmina gravida di una pulce, Tunga penetrans, costituisce un esempio concreto in tal senso. Questa infestazione, che è quindi anche una zoonosi (di fatto animali domestici e di allevamento sono i principali serbatoi), è endemica in molti paesi dell' America latina e della America centrale (luoghi di origine di questo parassita, come già descritto da Oviedo Y Valdes nel 1526 (1)), dell' Africa sub-Sahariana e dell'Asia centrale. In Europa finora è stato descritto un unico caso apparentemente autoctono in un paziente residente in Toscana (37), ma la mancanza di un documentazione fotografica e di una adeguata descrizione morfologica deve far considerare il tutto con una certa cautela (42).
Dal 1991 ad oggi (2011) sono stati osservati presso il nostro ambulatorio dermatologico ben 27 pazienti con tungiasi tutti quanti provenienti da paesi dove l'infestazione risulta endemica. Questa è la più ampia casistica di tungiasi di importazione fino ad oggi mai raccolta.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Negli ultimi venti anni nel mondo si è assistito ad un incremento degli spostamenti delle popolazioni sia da parte di persone in cerca di lavoro (solitamente dai paesi più poveri verso i paesi più ricchi), sia da parte di turisti verso i cosiddetti paesi esotici (64). Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla facilità con cui ci si può spostare con gli attuali mezzi di trasporto in ogni parte del mondo. Di conseguenza anche la medicina e, per quanto ci riguarda la dermatologia, ha dovuto fare i conti con malattie che nel nostro paese era praticamente impossibile vedere se non solamente su libri di testo. Di fatto in turisti e/o lavoratori occidentali al ritorno da paesi tropicali si sono potute osservare malattie mai viste prima così come in persone indigene emigrate dagli stessi paesi. A ciò, per complicare il tutto, bisogna aggiungere il fatto fondamentale che una stessa patologia in pazienti di etnia diversa può spesso manifestarsi in modalità cliniche assai differenti (Sindrome di Salgari II). Tutto ciò ha portato alla nascita di una branca specifica della dermatologia definita prima dermatologia di importanzione, quindi dermatologia delle migrazioni e, da ultimo, termine molto più corretto, dermatologia delle popolazioni mobili. Di conseguenza, presso la clinica dermatologica di via Pace a Milano nel 1988 è stato aperto uno specifico ambulatorio per la diagnosi e la cura di malattie infettive, parassitarie e tropicali. La tungiasi, infestazione provocata dalla penetrazione della femmina gravida di una pulce, Tunga penetrans, nella cute dell'ospite umano (od anche animale), costituisce un esempio concreto in tal senso. Questa infestazione, che è anche una zoonosi (di fatto animali domestici e di allevamento sono i principali serbatoi), è endemica in molti paesi dell' America latina e della America centrale (luoghi di origine del parassita, come già descritto da Oviedo Y Valdes nel 1526 (82)), dell' Africa sub-Sahariana e dell'Asia centrale. In Europa finora è stato descritto un unico caso apparentemente autoctono in un paziente residente 2

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Giordano Serighelli Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 651 click dal 10/06/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.