Skip to content

Le misure cautelari tra discrezionalità del legislatore e tutela della libertà personale

Informazioni tesi

  Autore: Cesare Vicinanza
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Michele Scudiero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 163

Si può affermare che gli anni Novanta segnano un delicato momento di transizione nella vita politico - istituzionale italiana, e quindi, come meglio potrà constatarsi più innanzi, similmente a quanto è accaduto in tutti gli altri periodi di crisi della storia recente del nostro paese, si è riacceso il dibattito intorno alle garanzie in materia di libertà individuale, ed in particolar modo attorno a quelle relative alla libertà personale dell’imputato prima della sentenza definitiva.
Naturalmente ogni discorso che abbia ad oggetto i diritti fondamentali dell’uomo recepiti nel nostro ordinamento (e fra questi il diritto alla libertà personale occupa sicuramente un ruolo fondamentale), non può non prendere le mosse dall’analisi delle disposizioni contenute nella Costituzione.
A questo punto, è necessario un breve chiarimento sull’indagine che ci si appresta ad affrontare: è necessario infatti sgomberare il campo da possibili equivoci concernenti la natura e la portata della presente indagine.
Dall’analisi del titolo, infatti, sarebbe possibile evincere almeno tre diversi piani di lavoro, sulla base delle differenti materie di studio, collegate ai corrispondenti rami dell’ordinamento giuridico cui fanno capo (per quanto ricomprese nel diritto “pubblico” in senso lato), nei confronti dei quali, il tentativo di condurre un analisi completa e nel contempo unitaria, avrebbe sicuramente reso l’opera oltremodo difficile.
Infatti, le diverse tematiche della custodia cautelare, della discrezionalità e dell’eccesso di potere, nonché della libertà personale, vanno esaminate secondo un ottica, per così dire, “costituzionalistica”, ciò che farà sì che i pur necessari richiami alle diverse discipline della Procedura e del Diritto Penale, nonché del Diritto Amministrativo, necessariamente dovranno limitarsi a quanto necessario per fornire un quadro sufficientemente completo degli argomenti oggetto di analisi.
Ciò premesso, il discorso che seguirà, cercherà di orientarsi secondo una linea di sviluppo ben precisa.
Prendendo spunto dallo studio delle tematiche connesse alla cosiddetta “discrezionalità legislativa”, strettamente collegate, come si vedrà, al tema della “ragionevolezza” delle scelte del Parlamento, tale analisi si proporrà di cercare un equo bilanciamento tra le diverse esigenze in contrasto rilevabili in materia di libertà personale dell’imputato: ovvero quella relativa all’inviolabilità solennemente proclamata in favore della libertà personale dall’art. 13 Cost. (la quale, secondo la più corretta interpretazione, opera in combinato disposto con la presunzione d’innocenza ex art.27 Cost.) e le esigenze, cautelari, di tipo strumentale o finale, connesse al regolare svolgimento del processo, e quindi, in definitiva, volte ad assicurare un sistema giudiziale efficace.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Era opinione comune presso gli antichi storici greci 1 che esclusivamente il decorrere di un lasso di tempo più o meno lungo, consentirebbe a colui che si accinga ad analizzare eventi particolarmente importanti, di disporre del distacco necessario al fine di emettere un giudizio di natura “storica”; ciò perché in mancanza, ci si ritroverebbe ad essere condizionati da una serie di parzialità e pregiudizi inevitabili. Volendo fare tesoro di tale antico insegnamento, nel presente lavoro si cercherà, per quanto possibile, di astenersi dall’emettere “giudizi” sugli accadimenti recenti della storia italiana. Ciò non significa tuttavia, non tenere nel dovuto conto, il fatto che essi a buon diritto vanno ad iscriversi nel novero di quegli eventi che incidono profondamente nella storia di un paese: giacché non sembra esservi dubbio sul fatto che al di là delle vicende giudiziarie dei singoli, gli avvenimenti riconducibili al fenomeno conosciuto come “Tangentopoli”, (sicuramente la più importante inchiesta su fatti di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto costituzionale
misure cautelari
libertà personale
presunzione di innocenza
custodia cautelare
discrezionalità del legislatore
libertà individuali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi