Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bilinguismo, educazione, società. Riflessioni sull'apprendimento di una L2

La tesi verte sul fenomeno del bilinguismo in quanto tale, partendo dalle varie teorie della comunità di linguisti, argomentando critiche, pregiudizi e passando poi a una presentazione degli studi favorevoli al bilinguismo. Si affronterà anche il discorso del binomio lingua - cultura e si distingueranno gli stili di apprendimento di una seconda lingua da parte di adulti e bambini. Infine il contenuto si concentrerà sul bambino bilingue, presentando i diversi stili di apprendimento e l'atteggiamento del bambino stesso rispetto alla L2, oltre a un breve focus sulla madre e la comunità bilingue in generale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La tesi che ho scelto di svolgere riguarda un argomento a me caro: il bilinguismo. Difatti, è proprio il confronto con le altre culture dato dalla conoscenza di lingue diverse, che mi ha sempre affascinato fin da bambina e mi ha guidato nella scelta del mio percorso di studi. E’ stato poi grazie all’esperienza Erasmus a Madrid che il mio sogno si è avverato; avere quindi l’opportunità di entrare a contatto con un paese diverso, con un’altra cultura e di migliorare le mie conoscenze linguistiche. Tuttavia, la mia esperienza biculturale ha inizio ben prima di quanto io possa ricordare; infatti, avevo solo due anni quando vissi per sei mesi negli Stati Uniti. Purtroppo non ho memoria di quel periodo, ma crescendo, notavo a scuola una certa propensione per l’inglese (e per le lingue straniere in generale), e questo con il tempo mi fece pensare al fatto che anche se non lo ricordassi, il “sogno americano” aveva comunque lasciato una profonda impronta su di me, non solo dal punto di vista linguistico, ma anche psicologico. La tesi verte sul fenomeno del bilinguismo in quanto tale, partendo dalle diverse teorie della comunità di linguisti e affrontando il discorso del binomio lingua - cultura; infine si sofferma sulla condizione del bambino bilingue. Argomentando le critiche sul bilinguismo, si fa luce sulle varie teorie presentando anche i vantaggi di questo fenomeno psicolinguistico e sociale. In seguito, si introduce il tema dell'acquisizione di una seconda lingua, esponendo gli stili di apprendimento che distinguono adulti e bambini e poi esaminando il punto di vista del bambino bilingue, dei genitori e il ruolo degli insegnanti. Nel primo capitolo, verrà descritto il concetto di bilinguismo in sé, poiché nonostante sia un termine di uso comune, possiede una natura ambigua che ha creato dibattiti anche nella comunità linguistica. Dal punto di vista del bilingue, verranno considerate la competenza, le funzioni e gli usi per ciascuna lingua; ma anche gli aspetti cognitivi ed emotivi dell’individuo. Si evidenzierà il fatto che le scelte operate dal bilingue dipendano anche dall'ambiente circostante.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federica di Vito Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4371 click dal 29/09/2015.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.