Skip to content

L’analisi del reporting sociale: quattro casi a confronto

Informazioni tesi

Autore: Marco Sberveglieri
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2012-13
Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Facoltà: Scienze della Comunicazione
Corso: Pubblicità e comunicazione d'impresa
Relatore: MarioMinoja
Lingua: Italiano
Num. pagine: 95

Attraverso l'analisi dei report sociali relativi a due anni anni differenti, s'intende esaminare e porre a confronto le politiche di responsabilità e di reporting sociale di quattro multinazionali (Apple e Samsung nel settore dell'informatica, Nestlè e Kellogg's nel settore alimentare). I confronti sono sia di tipo longitudinale (hanno cioè per oggetto i report redatti dalla medesima società in anni diversi), sia "orizzontali" (nel senso che sono comparati i report relativi allo stesso anno di due società diverse ma appartenenti allo stesso settore).
L'analisi verte in particolare sulla struttura dei report, sulla presenza o meno di informazioni inerenti la strategia dell'impresa, sull'esplicitazione di eventuali fatti o eventi negativi o di risultati inferiori alle attese, nonché sulla dichiarazione degli impegni per il futuro. Si cerca, inoltre, di verificare la veridicità dei contenuti dei report sociali ricorrendo ad altre fonti informative (per es., articoli di quotidiani e di riviste), quanto più possibile indipendenti, sulle medesime società.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Partendo dagli albori della terza rivoluzione industriale (1970) ad oggi lo sviluppo tecnologico ha raggiunto livelli inimmaginabili. Siamo quindi passati da poche limitate (e assai costose) produzioni singole artigiane alla nascita del mercato di massa, grazie a due precursori che inventarono la catena di montaggio (Taylor e Ford), fondatori dei modelli produttivi taylorista e fordista. A questo punto il problema fu quello di definire il valore di mercato delle merci prodotte, per essere sicuri di trarre un giusto guadagno dalla produzione industriale. Il modello taylorista e fordista puntavano all’ottimizzazione dei tempi e dei costi, mirando alla suddivisione molecolare dei compiti in modo da ridurre al minimo gli sprechi di tempo e la possibilità di errore. Il grande pensatore e filosofo tedesco Karl Marx ritenne, facendo una semplificazione, che il valore della merce doveva essere equivalente alle ore di lavoro necessarie per realizzare il prodotto. Successivamente assisteremo alla nascita delle grandi marche/multinazionali che determineranno un plusvalore sul prodotto dato dalla celebrità e dal prestigio del marchio. Un marchio famoso, come citato poc’anzi, per mantenere il vantaggio competitivo deve sapersi differenziare in maniera unica e inimitabile; taluni puntano sull’eccellenza del prodotto, sul prezzo, sul posizionamento strategico in settori di nicchia, su fornitori e mercati particolarmente vantaggiosi. Con il passare degli anni è nata l’esigenza, per i marchi più importanti, di dimostrare la trasparenza e la correttezza del proprio modo di operare, a differenza di altre aziende che adottavano soluzioni poco etiche per sbaragliare la concorrenza o semplicemente per abbassare i costi, in modo da poter conseguire profitti esorbitanti senza alcun rispetto per le persone e/o per l’ambiente circostante.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi