Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodi statistici applicati alla stima del turismo sommerso nel comune di Verona

È noto che i flussi turistici di un territorio a livello comunale e con cadenza mensile, vengono rilevati soltanto parzialmente attraverso le statistiche ufficiali: “Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi” (ISTAT); “Indagine campionaria sul turismo internazionale dell’Italia” (Banca d’Italia); “Viaggi e vacanze” (ISTAT). Sfuggono parzialmente alla rilevazione gli escursionisti, i turisti che pernottano a casa di parenti o amici, che hanno una seconda casa di proprietà dove trascorrono le vacanze e che affittano camere o appartamenti non iscritti ad un particolare registro, presente presso le camere di commercio, denominato R.E.A. E’ ritenuto utile, per le amministrazioni comunali, conoscere il dettaglio sui flussi turistici, con cadenza almeno mensile, per la programmazione territoriale di breve periodo. Lo scopo della seguente tesi è stimare per il comune di Verona negli anni 2011-2014, la componente del turismo cosiddetto “sommerso statistico”, costituito dal numero di presenze turistiche e di escursionisti non rilevato dalle statistiche ufficiali, attraverso l’utilizzo di variabili proxy.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione E’ noto che i flussi turistici di un territorio a livello comunale e con cadenza mensile, vengono rilevati soltanto parzialmente attraverso le statistiche ufficiali: “Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi” (ISTAT); “Indagine campionaria sul turismo internazionale dell’Italia” (Banca d’Italia); “Viaggi e vacanze” (ISTAT). Sfuggono parzialmente alla rilevazione gli escursionisti, i turisti che pernottano a casa di parenti o amici, che hanno una seconda casa di proprietà dove trascorrono le vacanze e che affittano camere o appartamenti non iscritti ad un particolare registro, presente presso le camere di commercio, denominato R.E.A. E’ ritenuto utile, per le amministrazioni comunali, conoscere il dettaglio sui flussi turistici, con cadenza almeno mensile, per la programmazione territoriale di breve periodo. Lo scopo della seguente tesi è stimare per il comune di Verona negli anni 2011-2014, la componente del turismo cosiddetto “sommerso statistico”, costituito dal numero di presenze turistiche e di escursionisti non rilevato dalle statistiche ufficiali, attraverso l’utilizzo di variabili proxy. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marco Barbarossa Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 813 click dal 15/09/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.