It makes me happy. Una ricerca sociolinguistica tra i siculo-americani degli Stati Uniti

La tesi è una ricerca socio-linguistica sull'eredità siciliana negli Stati Uniti.
Si analizza in un primo momento il fenomeno migratorio dalla Sicilia agli Stati Uniti per poi focalizzarsi sui siculoamericani sotto molteplici punti di vista e tramite molteplici metodi d'indagine: due questionari (uno prettamente linguistico e uno socio-linguistico) e un breve matched guise test. Si analizza il rapporto che gli emigrati hanno con la terra d'origine e con la madrelingua sicula nonostante anni di distanza.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa Domenica, ore 14:01. Ci guardiamo intorno, sorpresi che ancora il telefono non suoni quando ecco, finalmente, il vero suono della domenica. Rispondo e «Hello, Martina» si sente dalla cornetta del telefono. È la nostra zia d’America che chiama, come ogni domenica, alle 14 in punto perché sa che in quel momento tutta la famiglia è riunita per il pranzo. Vuole parlare con la nonna e così le due cognate resteranno al telefono per quasi mezz’ora, come se non si sentissero da mesi, per parlare di ciò che accade ai parenti in Sicilia ma anche agli atri, non pochi, che sono oltreoceano. È quasi una rassegna di nomi, uno dopo l’altro, di notizie felici e di altre meno, dei nostri progressi a scuola e delle sue condizioni di salute ma spesso, e questo lo capivo anche allora, non era tanto il “cosa” si diceva, il che molte volte non aveva niente di nuovo rispetto alla domenica precedente, ma il “come” si diceva, il continuare ad utilizzare certi suoni che fanno parte di te e che hai dovuto abbandonare e il ripercorrere spesso con la mente certi sapori, certi odori, certi rumori che mia nonna evocava nei suoi racconti e che zia Grace in quei momenti sentiva, ancora per una volta, vicini. Ogni domenica della sua vita quella chiamata. Così, a poco a poco, è diventata parte integrante della nostra routine domenicale ed essenza stessa delle nostre giornate. Crescendo, iniziai a riflettere sulla sua figura e su quella di tanti altri parenti che dovettero lasciare la pur’amata Sicilia inseguendo un sogno di ricchezza…o d’amore. E iniziai a incuriosirmi di quell’americano sicilianizzato o di quel siciliano americanizzato che sentivo e che ci forniva grandi momenti di ironia che riproponevano il parlare di zia Grace o di altri cugini, parenti e amici da tempo emigrati. Prima di scegliere l’argomento su cui basare la mia tesi universitaria mi è stato detto che avrei dovuto fare qualcosa che sentivo dentro, qualcosa che era parte di me, qualcosa che mi interessava davvero. Non ho avuto dubbi.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Martina Consiglio Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 299 click dal 27/10/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.