Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli articoli e le preposizioni articolate nell'italiano di oggi e di ieri

Studio degli articoli e preposizioni articolate sin dalla loro origine. Analisi diacronica. A partire dalle regole che li governano, passando attraverso lo studio delle radici dei nostri attuali articoli e preposizioni, per giungere ad una panoramica sugli articoli dei dialetti italiani, essenziali per la ricostruzione del processo formativo poiché alcuni di essi celano segni del passato.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione La tesi si pone l’obiettivo di studiare gli articoli e le preposizioni articolate sin dalla loro originaria formazione. E’, dunque, un’analisi diacronica, uno studio dedicato interamente a tali parti del discorso, affinché si possa concretamente percepire ogni singolo passaggio che li ha condotti allo stato attuale. Siano, inoltre, chiara dimostrazione di quanto una lingua sia immersa in una ‚silenziosa‛ e ‚continua‛ evoluzione e che, in fondo, l’italiano è il latino adoperato oggi in Italia 1 . Per intraprendere tale percorso è stato necessario consultare e confrontare numerose grammatiche, antiche e moderne. Queste ultime mi hanno permesso di stilare il piano generale; nel primo capitolo, infatti, vengono presentate le regole che governano gli articoli e le preposizioni articolate nella lingua italiana. Una presentazione che cerca di essere minuziosa e che proietta con immediatezza il lettore nel mondo di queste ‚piccole‛ particelle, fungendo inoltre da cornice alla trattazione. Segue, nel secondo e nel terzo capitolo, il ‚salto nel tempo‛, la ricerca delle radici dei nostri attuali articoli e delle nostre preposizioni, attuando un confronto con la lingua latina, con un passato che non contemplava ancora tali parti del discorso. Si ripercorre, dunque, il processo che nel corso del tempo ha portato ad un’importante trasformazione. Non un mutamento radicale, appunto, ma graduale, il quale viene esaminato con la necessaria attenzione. Per avere, infine, una visione completa, e per chiudere la cornice, si fa una sorta di ‚zoom‛ sugli articoli dei dialetti d’Italia, essenziali per la ricostruzione del processo formativo poiché, nella loro molteplicità, alcuni di essi celano segni del passato. Sono importanti, potrebbero quasi essere definiti ‚tratti bandiera‛ di un idioma, una fondamentale caratteristica grazie alla quale un vernacolo diventa facilmente riconoscibile. 1 PATOTA 2007: 13

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Sperandio Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 360 click dal 21/10/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.