Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

E-commerce, web e social media marketing: tre fattori di successo per accrescere il business delle PMI.

Le PMI rappresentato l’asse portante del capitalismo europeo e negli ultimi anni hanno dovuto affrontare molteplici difficoltà legate soprattutto alla loro incapacità di sapersi adattare ai nuovi contesti e di, quindi, garantire nel medio-lungo periodo la loro sopravvivenza. In tutto ciò, esse hanno dovuto ripensare e introdurre nuovi modelli di business, al fine di migliorare sia la loro efficienza organizzativa interna che i loro ricavi attraverso anche una maggiore presenza su nuovi canali come quello online. La rivoluzione apportata da Internet e dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione hanno trasformato radicalmente la nostra società, modificando il nostro modo di vivere così come hanno fatto altre invenzioni nei secoli scorsi. Grazie, quindi, alla diffusione di Internet e del PC si è sviluppato all’interno delle imprese un nuovo modo di fare business: l’e-commerce che si riferisce alla vendita di beni e servizi online. E’ proprio in periodi critici come quello degli ultimi anni che le imprese possono trarre maggiore beneficio dall’e-commerce e da un approccio di marketing maggiormente professionale, che razionalmente permetta di rilanciare la propria crescita in tempi brevi. Ad ogni modo la rete e l’offerta online influenzano anche le decisioni d’acquisto offline dei consumatori, poiché Internet ha la funzione anche di fornire informazioni utili al consumatore durante la sua decisione d’acquisto. L’obiettivo del seguente lavoro di tesi, quindi, è proprio quello di dimostrare non solo l’importanza dell’e-commerce e dell’ICT come fattore di sviluppo per le PMI, ma anche come il social media marketing, le tecniche di web marketing e la comprensione del comportamento d’acquisto online del consumatore, possano far accrescere il fatturato online. Esso si articola in cinque argomentazioni o capitoli. In particolare, nel primo capitolo si è descritto e analizzato come le PMI possano migliorare la loro competitività nel medio-lungo termine attraverso l’introduzione e l’applicazione all’interno di esse delle ICT (Information and Communications Technology), che hanno radicalmente cambiato le modalità dei processi decisionali e gestionali delle imprese ed hanno assunto un ruolo sempre maggiore nello sviluppo economico dei paesi più avanzati. L’ICT rappresenta un insieme di scienze, tecniche e strumenti capaci di semplificare la raccolta e l’elaborazione dei dati, di creare nuove informazioni e di assumere decisioni sempre più innovative. Per questo motivo, esso rappresenta un settore sempre più in crescita, capace di creare nuovi cambiamenti e di generare maggiore produttività all’interno delle imprese. Presa coscienza dell’importanza delle ICT, dell’e-commerce, del web marketing e del social media marketing, il secondo capitolo è dedicato principalmente alle caratteristiche peculiari delle PMI, qual è la loro struttura dimensionale ed organizzativa, quali sono i vantaggi che esse possono trarre da un approccio di marketing professionale e low cost e, infine, quali sono le differenti politiche di vendita online adottate da esse. Il terzo capitolo è interamente dedicato alla metodologia e agli strumenti statistici utilizzati nelle due analisi empiriche delineate nel successivo capitolo. Il quarto capitolo, invece, rappresenta il “cuore” di questa tesi, in cui da un lato si è cercato di verificare ed analizzare quali fossero i fattori principali che influenzano il fatturato online delle PMI, attraverso l’utilizzo del modello di regressione lineare semplice e multipla; a tal proposito si sono presi in considerazione i dati Eurostat di undici paesi dell’Eurozona; dall’altro lato, invece, si è analizzato il comportamento d’acquisto online del consumatore, in particolare su eBay, attraverso un’indagine online effettuata su un campione non casuale di 201 individui, con l’obiettivo di comprendere meglio su quali fattori le PMI devono focalizzarsi per influenzare il processo d’acquisto. Dopo aver analizzato quali sono i fattori principali che influenzano il fatturato online, si è notato come la presenza sui social media da parte delle PMI risulta essere determinante per l’impresa che vuole espandere il proprio business utilizzando principalmente il canale online. Nell’utlimo capitolo, si vuole, perciò, approfondire ulteriormente come i social media ed anche la presenza su alcuni e-markeplace rappresentano una nuova opportunità per offrire online i propri prodotti e per promuovere l’azienda e il suo brand. L’obiettivo finale per tali imprese dovrà essere quello di incrementare il fatturato online, al fine di garantire la loro sopravvivenza nel medio-lungo periodo e migliorare la loro competitività; ciò avverrà solamente se verrà cambiata la loro cultura organizzativa, in cui il canale online dovrà essere quello principale per espandere il loro business e il loro mercato.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Capitolo I Il ruolo dell’ICT, dell’e-commerce e del web marketing nelle PMI 1.1 ICT nelle PMI Le PMI (acronimo di piccole e medie imprese), negli ultimi decenni, hanno rappresentato l’asse portante del capitalismo italiano ed europeo e quotidianamente operano all’interno di un ambiente in continuo mutamento che influenza in maniera diretta ed indiretta la performance delle imprese. Tra i diversi fattori che hanno un impatto significativo sulle PMI, assume particolare valore l’innovazione tecnologica la quale fornisce alle imprese nuovi modi e tecniche per utilizzare le risorse a disposizione, in modo tale da garantire un processo di sviluppo continuo. Negli ultimi anni le ICT e le applicazioni web hanno radicalmente cambiato le modalità dei processi decisionali e gestionali delle imprese ed hanno assunto un ruolo sempre maggiore nello sviluppo economico dei paesi più avanzati 1 . Per questo motivo, possiamo dire che siamo di fronte ad una terza rivoluzione industriale, la quale, come nelle altre due rivoluzioni industriali, il fattore innovativo è rappresentato dalle tecnologie informatiche 2 . Oggigiorno, quindi, l’informazione e la conoscenza sono diventati i nuovi fattori produttivi e Laudon sostiene che:” i sistemi informativi ricopriranno un ruolo fondamentale nella competizione del futuro . . . poiché sulla base di tali sistemi, le imprese potranno realizzare e offrire nuovi prodotti e servizi e potranno migliorare i processi decisionali e gestionali interni” 3 . 1 Cioppi M., 2011, PMI e nuove tecnologie della comunicazione. Applicazioni gestionali ed implicazioni strategiche, FrancoAngeli, Milano 2 Salinari S, 2002, Le nuove tecnologie di informazione e comunicazione nelle PMI, Ceris-Cnr, Torino 3 Laudon K., Laudon J., 2003, Management Information System, Pearson Prentice Hall, Upper Saddle River, New Jersey

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Cristian Suozzi Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7178 click dal 13/11/2015.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.