Skip to content

Il Piano Marshall e il miracolo economico in Italia nel Secondo dopoguerra

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Pasquali
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Angelina Marcelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Il lavoro si propone di analizzare il ruolo e l’impatto, economico e politico, del Piano Marshall sull’Italia dal secondo dopoguerra fino al cosiddetto “miracolo economico”. Per avere un quadro d’insieme del retroterra in cui matura la scelta da parte degli USA di elaborare il Piano, nel primo capitolo viene analizzata la situazione economica e politica degli USA e dell’URSS fra le due guerre, nonché la situazione italiana del primo e del secondo dopoguerra. Nel secondo capitolo si analizza l’adesione dei paesi europei e l’articolazione del Piano, mostrando come l’impatto decisivo di questo sia stato, non tanto il suo contributo allo sviluppo economico in sé, quanto la spinta alla cooperazione fra i paesi europei e all’unificazione del mercato. Si passa quindi ad analizzare la peculiarità dell’attuazione del Piano Marshall in Italia, come la scelta di perseguire un processo di stabilizzazione monetaria, nonché gli interventi specifici, tuttavia insufficienti, a favore del Mezzogiorno attraverso la riforma fondiaria e la Cassa per il Mezzogiorno. Infine, nel terzo capitolo, si analizza il prodigioso sviluppo industriale degli anni del “miracolo economico” che, a soli dieci anni di distanza dalla fine del conflitto, viene favorito dal terreno fertile preparato dagli effetti che gli aiuti ERP hanno sortito sull’economia europea, come la ristabilita fiducia nel mercato internazionale. Si mostra, inoltre, come il “boom” economico non sia stato privo di conseguenze negative: in particolare viene analizzato l’acuirsi del divario fra Nord e Sud, mostrando come alla base dello straordinario sviluppo industriale del Settentrione ci sia stata anche una precisa scelta politica a scapito del settore agricolo del Mezzogiorno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 15 - 1.2 Il periodo interbellico negli USA e in Russia Le conseguenze economiche del conflitto mondiale furono di vastissima portata. Nel panorama internazionale il ruolo dell'Europa occidentale è fortemente ridimensionato e si assiste nei singoli Stati all'emergere di nuove forze sociali e di nuovi protagonisti sulla scena internazionale: gli Stati Uniti in primo luogo, che avevano finanziato lo sforzo bellico delle nazioni vincitrici e l'Unione Sovietica, la quale, guardata con diffidenza e paura dalle forze conservatrici, costituisce un modello di riferimento per lavoratori e intellettuali radicali, un'alternativa concreta alle società capitaliste. Inghilterra e Francia, paesi fino al 1914 creditori rispetto al resto del mondo, si trovarono non solo ad essere debitori nei confronti degli Stati Uniti, ma videro anche restringersi i mercati tradizionali d’esportazione perché lo sviluppo della produzione industriale in America, Giappone e nelle ex colonie britanniche, aveva sottratto ai paesi europei importanti zone commerciali. Tale situazione rendeva necessaria una urgente ripresa delle esportazioni e quindi una rapida ricostruzione delle economie dei singoli paesi. In un primo tempo, la necessità di riparare i danni provocati dal conflitto determinò una larga domanda di beni di consumo, tuttavia quando i singoli paesi ebbero ricostruito e/o riconvertito il loro apparato industriale, tale richiesta si restrinse mentre, per contro, proprio in virtù della ripresa economica, l’offerta si moltiplicava. Da ciò il verificarsi di una crisi di sovrapproduzione che colpì non solo i paesi europei, ma anche gli Stati Uniti negli anni 1920-21. La posizione chiave assunta dagli USA nell’economia mondiale dopo la fine del conflitto aveva stabilito una stretta interdipendenza tra l’economia e la finanza americana, e quella degli stati europei. Superato tale breve periodo di crisi, l'economia americana, negli anni Venti, conobbe uno sviluppo senza

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

erp
distretti industriali
piano marshall
biennio rosso
marshall
secondo dopoguerra
cassa mezzogiorno
nep
miracolo economico italia
stati uniti russia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi