Skip to content

Made in Italy e Design: armi vincenti della competizione globale. Il caso Kartell

Informazioni tesi

  Autore: Felicia Li Volsi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Elvira Tiziana  La Rocca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

Questa tesi analizza le origini del fenomeno “Made in Italy”, evidenziando sia i tratti distintivi del Made in Italy, che i punti di forza e di debolezza.
Per molti il Made in Italy è semplicemente sinonimo di “moda”, ma nella realtà c’è anche dell’altro. Sono Made in Italy i prodotti e i servizi in cui l’Italia vanta un effettivo grado di specializzazione e per i quali è riconosciuto nel mondo in base a criteri come la qualità, l’innovazione e il design. Ambiti nei quali il Made in Italy è diventato simbolo di eccellenza a livello mondiale. Interessante è stato anche comprendere come i consumatori internazionali percepiscono e valutano l’immagine dell’Italia e dei prodotti italiani.
Si è inoltre evidenziato come il Made in Italy possa essere rilanciato e valorizzato, attraverso determinate strategie di marketing, all’interno di un mercato globale ove è difficile mantenere vantaggi competitivi durevoli e difendibili dai concorrenti. Per cui è chiaro che la valorizzazione e la difesa del Made in Italy non è solo una scelta obbligata, ma una scelta strategica per il futuro del nostro Paese. E’ una missione che deve coinvolgere le migliori forze del paese e in ambito internazionale sono necessarie azioni di difesa comuni finalizzate a garantire l’originalità del marchio Made in Italy.
Trattare un argomento strettamente legato al concetto del Made in Italy come il “Design” ha rappresentato un punto chiave per individuare le possibili leve principali per il rilancio competitivo del Made in Italy nel mondo.
Spiegare cos'è il design è sempre più difficile. La parola Design è ovunque, praticamente in ogni campagna di marketing, perdendo così il suo significato originario di "progetto", e trasformandosi in una definizione che mette insieme principalmente 3 caratteristiche: bello, moderno, tecnologico.
Il design ha un ruolo centrale nella costruzione della forza competitiva del Made in Italy, e riveste un'importanza crescente all'interno dell'impresa, influenzandone l'immagine verso l'esterno, il marchio e la sua capacità di proporre soluzioni innovative.
Viene per tanto studiata una delle imprese italiane ritenuta più significativa nel settore, a livello internazionale: la Kartell.
Kartell è un esempio concreto di come Made in Italy e design, se correttamente coordinato all’interno della struttura dell'impresa, possano costituire un'importante vantaggio competitivo.
Non a caso Kartell è diventata oggi una delle più importanti imprese italiane rappresentativa del prestigio e della qualità del Made in Italy nel mondo.
Solo il rapporto diretto di collaborazione con l’impresa mi hanno permesso di analizzare sotto tutti i punti di vista il successo di Kartell.
Kartell ha oggi un posizionamento molto preciso è un brand che evoca innovazione, design, colore, moda, materiali plastici di qualità e tecnologia.
Per cui l'impresa di successo, non è quella che offre semplicemente un prodotto con garanzia di qualità "Made in Italy", ma è quella che oltre a ciò, riesce ad offrire un prodotto capace di rispondere alle continue evoluzioni del mercato e capace di dare forma ed espressione, attraverso il design, alla gioia e alla felicità.
Oggi l'impresa è presente in 96 paesi del mondo, esportando il 75% del suo fatturato. Ed è una delle pochissime imprese che durante la peggior crisi economica della storia a livello mondiale, ha continuato a crescere. Un risultato ottenuto grazie alla capacità di gestione e alle scelte strategiche attuate dal management, che fanno di Kartell una vera e propria protagonista del mercato mondiale. Ad essa sono stati riconosciuti ben oltre 38 tra i più autorevoli riconoscimenti internazionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Affrontare il tema del Made in Italy e del design come armi vincenti della competizione globale, affascina chiunque ha a cuore le sorti economiche dell’Italia. Per molti il Made in Italy è semplicemente sinonimo di “moda”, ma nella realtà c’è anche dell’altro. Sono Made in Italy i prodotti e i servizi in cui l’Italia vanta un effettivo grado di specializzazione e per i quali e per i quali è riconosciuto nel mondo in base a criteri come la qualità, l’innovazione e il design. Ambiti nei quali il Made in Italy è diventato simbolo di eccellenza a livello mondiale. Interessante è stato anche comprendere come i consumatori internazionali percepiscono e valutano l’immagine dell’Italia e dei prodotti italiani. Nel primo capitolo sono state analizzate le origini di questo fenomeno, evidenziando sia i tratti distintivi del Made in Italy, che i punti di forza e di debolezza. Si è inoltre evidenziato come il Made in Italy possa essere rilanciato e valorizzato, attraverso determinate strategie di marketing, all’interno di un mercato globale ove è difficile mantenere vantaggi competitivi durevoli e difendibili dai concorrenti. Per cui è chiaro che la valorizzazione e la difesa del Made in Italy non è solo una scelta obbligata, ma una scelta strategica per il futuro del nostro Paese. E’ una missione che deve coinvolgere le migliori forze del paese e in ambito internazionale sono necessarie azioni di difesa comuni finalizzate a garantire l’originalità del marchio Made in Italy, difendendolo dalla contraffazione e dal Dumping. Il secondo capitolo tratta un argomento strettamente legato al concetto del Made in Italy: il Design. Esso rappresenta una delle leve principali per il rilancio competitivo del Made in Italy. Viene analizzata la storia del Design Italiano, evidenziando che questo è il “tempo del design”. Lo è per il gusto, per l’estetica della produzione, per la cultura e la tecnologia, lo è per la civiltà e lo stile di vita, lo è soprattutto per la nostra Italia, la cui vocazione è sempre stata quella di creare il bello. Viene poi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi