Skip to content

Diagnosi della distribuzione quantitativa di Leishmania infantum in diversi distretti tissutali tramite Real Time PCR Comparazione di metodologie come contributo alla standardizzazione di un metodo Real Time PCR per la diagnosi di leishmaniosi

Informazioni tesi

  Autore: Agnese La Mensa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Biotecnologie
  Corso: Scienze biologiche
  Relatore: Marzia Bianchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

Le numerose segnalazioni di casi di leishmaniosi umana e animale, in Italia l'infezione è presente in maniera endemica lungo tutte le coste e nelle isole e sempre più di frequente viene diagnosticata in zone ritenute indenni, hanno portato lo sviluppo di tecniche diagnostiche sempre più specifiche e sensibili in grado di distinguere e quantificare la carica parassitaria nel paziente infetto.
In particolare un certo numero di metodiche di PCR sono state sviluppate utilizzando come target sequenze di kDNA contenente regioni costanti dei minicircoli del cinetoplasto.
Questo studio si pone come un piccolo contributo alla standardizzazione di un metodo Real Time PCR per il rilevamento e la quantificazione di Leishmania infantum.
A tal fine sono stati confrontati due metodi di Real Time PCR che utilizzano chimiche molto differenti tra loro: il primo è un saggio basato su SYBR Green qPCR, che utilizza primers disegnati presso i laboratori della Sezione di Biotecnologie dell’università di Urbino (Ceccarelli et al.2014); il secondo saggio prevede l’utilizzo di una sonda TaqMan associata a primers disegnati presso ”Istituto Zooprofilattico della Sicilia” (Manna et al.2009).
Dalla comparazione statistica dei risultati, ottenuti saggiando 26 campioni veterinari con entrambe le metodiche in sedi differenti, si evince l’alta comparabilità, sensibilità e specificità dei due test.
In alcuni casi però, al di là dell’esito favorevole dei test statistici, sono state diagnosticate durante l'analisi interlaboratorio un numero di leishmanie diverse con una metodologia rispetto ad un’altra
La Real Time PCR non è ancora abbastanza omogenea per proporla come tecnica standard da sola nel monitoraggio della leishmaniosi. Questo studio si propone come un piccolo contributo alla standardizzazione di un metodo Real Time PCR.
Un confronto continuo e costante tra i vari laboratori dovrebbe in ogni caso essere sempre la base su cui cominciare a costruire.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. Introduzione La leishmaniosi è una malattia da protozoi che colpisce sia l’uomo che gli animali. E' presente nelle aree tropicali e subtropicali temperate del mondo. In Italia l'infezione è presente in maniera endemica lungo tutte le coste e nelle isole, ma sempre più di frequente viene diagnosticata in zone ritenute indenni, sia in animali che hanno soggiornato in zone a rischio, sia in soggetti che non hanno effettuato spostamenti territoriali (Ferroglio et al. 2005). L'agente eziologico è rappresentato da un protozoo appartenente al genere Leishmania, parassita intracellulare obbligato del sistema reticolo-istiocitario che viene trasmesso da un vettore biologico, il flebotomo (Fig. 1), insetto ematofago, appartenente al genere Phlebotomus, di aspetto simile ad un moscerino di 2-3 mm (Abranches et al. 1991). Fig. 1: Femmina Phlebotomus perniciosus. Nell'uomo si distinguono varie manifestazioni cliniche di diversa gravità riassumibili in tre gruppi:  leishmaniosi viscerale: malattia cronica sistemica i cui sintomi sono feb- bre, dimagrimento, anemia, trombocitopenia, leucopenia. Se non trattata adeguatamente e tempestivamente può avere esito letale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comparazione
leishmaniosi
ct
rt-pcr
urbino
sybr green
taqman
biotechnologies
interlaboratorio
izs sicilia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi