Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Bilanci delle società calcistiche:gli effetti del fair play finanziario

Il 27 maggio 2010 la UEFA ha pubblicato il Club Licensing and Financial Fair Play Regulation, il regolamento che contiene sia la normativa riguardante il sistema licenze, sia quella nuova riguardante il Fair Play Finanziario. Con questo nuovo regolamento Platini aspira a migliorare le condizioni economico-finanziarie in cui versa il calcio europeo, ma non solo: si vogliono incoraggiare i club a contare solo sui propri profitti e ad investire nel settore giovanile e nelle infrastrutture. In questa tesi viene analizzato il testo del regolamento 2015 relativo al FPF, dopo una breve introduzione della normativa a cui deve fare capo il redattore del bilancio di esercizio del club calcistico. Verranno analizzati gli effetti che il FPF ha avuto e avrà sui bilanci delle società calcistiche. Successivamente vengono esaminati i bilanci delle prime tre classificate nella stagione 2014/2015, vale a dire Juventus, Roma e Lazio, per poter rielaborare le posizioni nell'ottica del FPF.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1 IL BILANCIO DELLE SOCIETA’ CALCISTICHE Gli Stakeholder Il particolare “prodotto” offerto dalle società calcistiche, rende peculiari le varie categorie di stakeholder 1 i quali, in primis, sono in realtà interessati ai risultati sportivi raggiunti. Difatti i risultati sportivi che si raggiungono possono essere (e lo sono nella maggior parte dei casi) la base di eccellenti performance economico-finanziarie. Questo perché tali risultati aumentano di sicuro la visibilità della società e ciò comporta non pochi vantaggi. L’aumento della visibilità della società significa che ci saranno più persone che seguono quella squadra di calcio e ciò si traduce in un ampliamento del bacino degli utenti che richiedono il “prodotto” offerto da quella specifica società calcistica, ergo un aumento della tifoseria. Inevitabilmente aumentano le entrate da botteghino, da abbonamenti TV e da merchandising ma soprattutto la maggiore visibilità attira i network televisivi 2 (per l’acquisto dei diritti TV) e gli sponsor 3 . Tutte queste entrate si ripercuotono sicuramente in modo positivo sulle performance economico-finanziarie, dando la possibilità alla società calcistica di investire per ottenere nuovi risultati positivi sia sportivi che economico- finanziari. Fatta questa premessa, è possibile senza dubbio affermare che gli stakeholder delle società calcistiche siano interessati alle performance economiche dell’impresa e ciò comporta un interessamento anche verso i risultati sportivi della stessa. Tuttavia non tutti gli stakeholder rispondono ad entrambi gli interessi: difatti gli organi di controllo quali la FIGC (tramite COVISOC) e la CONSOB (per le società quotate) sono interessate ai soli risultati economici ai fini delle verifiche degli equilibri economico-finanziari. Ad ogni modo, l’assolvimento della funzione informativa del bilancio non è compito semplice data l’eterogeneità degli interlocutori dell’azienda, che sono rappresentati da:  Organi di controllo  Prestatori di capitale  Dipendenti  Tifosi  Sponsor  Media Alcuni di questi stakeholder, in particolare i prestatori di capitale, hanno a disposizione informazioni anche interne e più dettagliate rispetto a quelle fornite dal bilancio, mentre altri devono fare affidamento principalmente sui dati presentati dai documenti di sintesi contabile. Di certo la categoria più particolare di stakeholder è sicuramente quella dei tifosi poiché si presentano come una particolarissima categoria di clientela appartenente alle sole società sportive, mossi “all’acquisto del prodotto” da motivazioni che nella maggior parte dei casi sono esclusivamente emotive (es: appartenenza al territorio) rendendo quasi inefficaci le strategie esplicate dalle società calcistiche. 1 Stakeholder è un noto termine nato negli studi sulle strategie aziendali. Con questo termine si indicano tutti quei soggetti che detengono un interesse nei confronti dell’attività dell’azienda. 2 Le piattaforme televisive saranno interessate maggiormente a quelle società di calcio che competono oltre che nella massima serie, anche in altri tornei sia italiani che europei. 3 Talvolta gli sponsor elargiscono fondi in base ai risultati sportivi raggiunti.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Achille Penna Contatta »

Composta da 27 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2397 click dal 22/01/2016.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.