San Pellegrino Terme: percorsi nel Liberty urbano rivelati dalla tecnologia laser

"San Pellegrino Terme: percorsi nel Liberty urbano rivelati dalla tecnologia laser" si propone di presentare un’applicazione sul territorio urbano della tecnica di rilievo topografico tramite scansione laser 3D.
Lo studio affronta dapprima un’indagine conoscitiva del tessuto urbano e architettonico di San Pellegrino Terme; successivamente, mediante elaborazione dei dati e modellizzazione tridimensionale, si propone l’esposizione dell’ampia gamma di risultati ottenuti a dimostrazione delle possibilità offerte dall’utilizzo di tale tecnologia nell’ambito del recupero edilizio, della conservazione architettonico-artistica e del monitoraggio dell’esistente.
Questa tesi rappresenta altresì un esempio di collaborazione tra Università di Bergamo ed enti pubblici del territorio, nello specifico col Comune di San Pellegrino Terme: dalla volontà espressa dall’ente stesso di rilevare e riqualificare alcune strutture pubbliche, è nata la proposta di indagare e analizzare i caratteri peculiari del Liberty di San Pellegrino Terme, sviluppando una serie di progetti di riqualificazione, gestione e informatizzazione che si intrecciassero con la pianificazione urbanistica vigente.
I dati territoriali rilevati con la tecnica di laserscanning sono stati rielaborati ottenendo un modello tridimensionale dell’esistente, formato dalla sovrapposizione di nuvole di punti georeferenziate. Le viste ortografiche, corrispondenti alla documentazione raster ottenuta dall’integrazione tra informazione spaziale puntiforme e dato fotografico acquisito, hanno permesso di ricostruire in formato vettoriale la morfologia e le caratteristiche dell’edificato restituendo elaborati bidimensionali come planimetrie, prospetti, sezioni, facilmente consultabili e utilizzabili come base di conoscenza e progettazione.
Altresì la creazione del modello tridimensionale ha supportato l’analisi dell’area rilevata non solo attraverso l’informazione geografica, quantitativa e semantica, ma, grazie alle potenzialità grafiche del supporto digitale, anche mediante percorsi immersivi, interattivi e multimediali di particolare interesse culturale, storico e artistico.
Infine, a completamento della commessa iniziale dell’Amministrazione comunale è stata sviluppata una proposta di riqualificazione della ex Stazione FVB di Piazza Granelli, integrando uno studio di fattibilità gestionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
San Pellegrino: percorsi nel Liberty urbano rivelati dalla tecnologia laser 3 INTRODUZIONE La trattazione che segue si propone di presentare un’applicazione sul territorio urbano della tecnica di rilievo topografico tramite scansione laser 3D. Lo studio affronta dapprima un’indagine conoscitiva del tessuto urbano e architettonico di San Pellegrino Terme; successivamente, mediante elaborazione dei dati e modellizzazione tridimensionale, si propone l’esposizione dell’ampia gamma di risultati ottenuti a dimostrazione delle possibilità offerte dall’utilizzo di tale tecnologia nell’ambito del recupero edilizio, della conservazione architettonico-artistica e del monitoraggio dell’esistente. Questa tesi rappresenta altresì un esempio di collaborazione tra Università di Bergamo ed enti pubblici del territorio, nello specifico col Comune di San Pellegrino Terme: dalla volontà espressa dall’ente stesso di rilevare e riqualificare alcune strutture pubbliche, è nata la proposta di indagare e analizzare i caratteri peculiari del Liberty di San Pellegrino Terme, sviluppando una serie di progetti di riqualificazione, gestione e informatizzazione che si intrecciassero con la pianificazione urbanistica vigente. I dati territoriali rilevati con la tecnica di laserscanning sono stati rielaborati ottenendo un modello tridimensionale dell’esistente, formato dalla sovrapposizione di nuvole di punti georeferenziate. Le viste ortografiche, corrispondenti alla documentazione raster ottenuta dall’integrazione tra informazione spaziale puntiforme e dato fotografico acquisito, hanno permesso di ricostruire in formato vettoriale la morfologia e le caratteristiche dell’edificato restituendo elaborati bidimensionali come planimetrie, prospetti, sezioni, facilmente consultabili e utilizzabili come base di conoscenza e progettazione. Altresì la creazione del modello tridimensionale ha supportato l’analisi dell’area rilevata non solo attraverso l’informazione geografica, quantitativa e semantica, ma, grazie alle potenzialità grafiche del supporto digitale, anche mediante percorsi immersivi, interattivi e multimediali di particolare interesse culturale, storico e artistico. Infine, a completamento della commessa iniziale dell’Amministrazione comunale è stata sviluppata una proposta di riqualificazione della ex Stazione FVB di Piazza Granelli, integrando uno studio di fattibilità gestionale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Riccardo Begnis Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 897 click dal 31/12/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.